Scrivere a mano o al computer non fa alcuna differenza? Non esattamente

Scrivere a mano o al computer non fa alcuna differenza? Non esattamente

Preferisci scrivere a mano o al computer? Uno studio rivela che scrivere a mano può offrire importanti benefici, scopri di quali si tratta

Voi preferite scrivere a mano o al computer? Prendete appunti sul tablet, sul quaderno o sullo smartphone? Se pensate che la scelta del mezzo sia insignificante, sarà il caso di ricredervi. Scrivere con carta e penna, o farlo al computer, può influenzare in modo significativo la nostra capacità di memorizzare le cose. Secondo voi quale sarà il metodo più efficace?

A rispondere a questa domanda è stato un team di ricercatori dell’Università di Tokyo, autori di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Behavioral Neuroscience.

Carta e penna o smartphone?

Per esaminare l’effetto dei diversi tipi di scrittura, gli esperti hanno arruolato un campione di 48 volontari, i quali hanno ascoltato una conversazione immaginaria tra dei personaggi che discutevano in merito ai loro piani per i due mesi successivi. I programmi includevano gli orari delle lezioni, date di scadenza per la consegna dei compiti e appuntamenti personali.

Un gruppo di partecipanti ha preso appunti usando carta e penna, mentre un altro gruppo ha annotato tutto sul tablet o sullo smartphone attraverso un’app calendario. Un’ora dopo aver ascoltato il dialogo, tutti i partecipanti hanno risposto a una serie di domande formulate per valutare il modo in cui avevano memorizzato il programma.

Durante la compilazione dei test, i partecipanti si trovavano all’interno di uno scanner per la risonanza magnetica (MRI). In questo modo i ricercatori hanno potuto esaminare il flusso sanguigno cerebrale, ed hanno scoperto che c’erano delle differenze significative fra coloro che avevano preso appunti con carta e penna e chi invece aveva optato per i dispositivi digitali.

E’ meglio scrivere a mano o al computer?

Innanzitutto, chi aveva scritto sull’agenda cartacea aveva impiegato meno tempo per prendere appunti (11 minuti contro i 16 impiegati da chi usava la tecnologia). Inoltre, chi ha scritto a mano ha registrato una maggiore attività cerebrale nelle aree associate al linguaggio, alla visualizzazione immaginaria e all’ippocampo, un’area che svolge un ruolo chiave nella formazione della memoria e nella navigazione spaziale.

In particolar modo, l’attivazione dell’ippocampo fa presumere che la scrittura a mano sia in grado di fornire dei dettagli spaziali più ricchi.

Insomma, scrivere a mano può rappresentare la scelta migliore, soprattutto se avete bisogno di ricordare ciò che state annotando. Per questo motivo, sarà meglio usare agende e quaderni per le informazioni che dobbiamo imparare o memorizzare.

via | ScienceDaily
Foto di congerdesign da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog