Morti per Covid: meno rischi nelle aree più soleggiate?

Morti per Covid: meno rischi nelle aree più soleggiate?

Morti per Covid: uno studio conferma che nelle aree soleggiate vi sono livelli di mortalità più bassi. A cosa è dovuta questa associazione?

Il rischio di morte per Covid potrebbe essere più basso nelle aree più soleggiate. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri dell’Università di Edimburgo, i quali hanno condotto delle indagini in merito al possibile legame fra i raggi UVA e un più basso tasso di mortalità per coronavirus. Lo studio è stato pubblicato sul British Journal of Dermatology, ed ha evidenziato una potenziale e promettente associazione. Le aree più soleggiate sarebbero infatti collegate a un minor numero di morti per Covid-19.

Per analizzare la questione, gli esperti hanno confrontato tutti i decessi per Covid registrati negli Stati Uniti fra Gennaio e Aprile 2020, con i livelli di raggi UV di un campione di 2.474 contee degli Stati Uniti.

I risultati emersi sono sorprendenti, ma purtroppo non possono ancora essere considerati definitivi. Dal momento che lo studio è puramente osservazionale, serviranno infatti nuove ricerche per poter stabilire un chiaro legame di causa-effetto. Tuttavia, dalle analisi è emerso che le persone che vivono in aree con il più alto livello di esposizione ai raggi UVA correrebbero un minor rischio di morire a causa del Covid-19 rispetto a coloro che vivono in zone meno soleggiate.

Lo studio è stato poi ripetuto sia in Italia che in Inghilterra, ed ha fornito gli stessi risultati. Ma a cosa sarà dovuto un simile effetto? Possibile che a entrare in gioco siano i livelli di vitamina D? Gli autori lo escludono.

Perché ci sono meno morti per Covid nelle aree più soleggiate?

Gli esperti stanno cercando di rispondere a questa domanda. Una possibile spiegazione è che l’esposizione ai raggi solari potrebbe indurre la pelle a rilasciare ossido nitrico, e a sua volta ciò potrebbe ridurre la capacità del virus di replicarsi.

Inoltre, già in precedenza diversi studi avevano dimostrato che esporsi alla luce solare fa bene al cuore, riducendo la pressione sanguigna e il rischio di infarto. Sappiamo già che molte complicazioni del Covid-19 riguardano le persone con problemi cardiovascolari, quindi un aiuto in più potrebbe arrivare proprio dai raggi solari.

Ciò che emerge – ma che dovrà comunque essere confermato da più approfonditi studi – è che una maggiore esposizione ai raggi solari potrebbe fungere da semplice intervento per migliorare la salute pubblica durante l’emergenza Covid.

Scoprite come esporsi alla luce del sole senza mettere a rischio la salute della vostra pelle!

via | ScienceDaily

Foto da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog