La pandemia finirà nel 2022: le previsioni di Bill Gates

La pandemia finirà nel 2022: le previsioni di Bill Gates

Bill Gates sulla pandemia: tutto tornerà alla normalità entro la fine del 2022? Le parole del filantropo sulla gestione dell'emergenza

Quando finirà la pandemia da Coronavirus nel mondo? Secondo Bill Gates, entro la fine del 2022. Oggi molti di noi riescono a stento a vedere la fine di una situazione che si protrae ormai da molto tempo, ma secondo il co-fondatore del gigante Microsoft, il filantropo e attivista Bill Gates, dovremmo riuscire a tornare alla normalità entro la fine del prossimo anno.

Le stime fatte dal miliardario si basano su calcoli ben precisi. Li ha illustrati lo stesso Gates durante una recente intervista rilasciata a Sky News, dove l’imprenditore ha spiegato che per poter uscire dall’emergenza e tornare alla normalità al più preso bisogna agire in modo compatto.

La fine verrà per questa pandemia. Non avremo sradicato questa malattia, ma saremo in grado di ridurla a numeri molto piccoli entro la fine del 2022.

Come dicevamo, per raggiungere questo tanto agognato obiettivo bisogna fare fronte comune. Se infatti è vero che nei Paesi più ricchi il numero di contagi sembra essere diminuito sensibilmente (anche e soprattutto grazie alla campagna vaccinale), è altrettanto vero che in altri Paesi (come l’India, il Brasile, la Colombia e la Turchia) i casi continuano ad aumentare in maniera allarmante.

Il fatto che ora stiamo vaccinando i trentenni nel Regno Unito e negli Stati Uniti e non abbiamo tutti i sessantenni in Brasile e Sudafrica vaccinati, non è giusto. Entro tre o quattro mesi però l’assegnazione del vaccino arriverà a tutti i paesi in cui l’epidemia è molto grave.

Pandemia, Bill Gates : prepariamoci a crisi future

Durante la sua intervista in merito alla pandemia, Bill Gates ha anche sottolineato l’importanza di prepararsi ad affrontare eventuali crisi future. Bisogna investire in modo da essere pronti per un’eventuale prossima pandemia.

Del resto, con grande lungimiranza, l’imprenditore aveva predetto un’emergenza sanitaria come quella attuale già diversi anni fa.

Se qualcosa ucciderà 10 milioni di persone, nei prossimi decenni, è più probabile che sia un virus altamente contagioso piuttosto che una guerra. Non missili, ma microbi. In parte il motivo è che abbiamo investito cifre enormi in deterrenti nucleari. Ma abbiamo investito pochissimo in un sistema che possa fermare un’epidemia. Non siamo pronti per la prossima epidemia.

Queste parole risalgono a 5 anni fa, quando Bill Gates prese parte a un interessante Ted Talk. In quell’occasione Gates si era detto preoccupato del fatto che l’epidemia di Ebola non avesse lasciato alcun insegnamento nella popolazione mondiale. E il risultato possiamo vederlo oggi in maniera lampante. L’augurio è che quanto stiamo vivendo possa aprire la strada a un comportamento più consapevole e saggio, sia da parte dei cittadini che da parte dei Governi di tutto il mondo.

via | News.sky.com
Foto di Jeyaratnam Caniceus da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog