Ipotiroidismo, i sintomi nelle donne

Ipotiroidismo, i sintomi nelle donne

Ipotiroidismo, i sintomi nelle donne, le possibili conseguenze per la salute e quando è il caso di rivolgersi a un medico

Ipotiroidismo, sintomi nelle donne: quali sono i più comuni da riconoscere? L’ipotiroidismo è una condizione che si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce una sufficiente quantità di ormoni cruciali per la nostra salute. Si tratta di una sindrome che può comportare un notevole squilibrio in tutto l’organismo, e che colpisce sia le donne che – in minor misura – gli uomini. Ma quali sono i sintomi dell’ipotiroidismo nelle donne? E quali le possibili conseguenze? In un primo momento questa condizione potrebbe presentarsi in maniera asintomatica. I sintomi iniziali dell’ipotiroidismo sono infatti spesso molto lievi e difficili da distinguere.

Chi ne soffre potrebbe notare un aumento di peso e/o un maggior senso di stanchezza. I segni e i sintomi variano però in base alla gravità della carenza degli ormoni, e possono progredire lentamente, anche nell’arco di alcuni anni, causando conseguenze e problemi di salute come obesità, dolori articolari, problemi di fertilità e malattie cardiache.

Appare dunque chiaro quanto sia importante riconoscere i sintomi dell’ipotiroidismo nelle donne e negli uomini, in modo da intraprendere i giusti trattamenti e tenere sotto controllo questa condizione.

Vediamo dunque come riconoscere l’ipotiroidismo e quando dovremmo consultare un medico.

Ipotiroidismo, i sintomi nelle donne e degli uomini

L’ipotiroidismo comporta sia sintomi psicologici che fisici. Fra quelli più comunemente riscontrati segnaliamo:

  • Depressione
  • Problemi di memoria
  • Alterazione nell’eloquio (voce impastata)
  • Fatica
  • Maggiore sensibilità al freddo
  • Stitichezza
  • Secchezza della pelle
  • Faccia gonfia
  • Gonfiore alle palpebre
  • Aumento di peso
  • Voce rauca
  • Debolezza muscolare
  • Elevati livelli di colesterolo
  • Dolori muscolari e rigidità
  • Gonfiore e rigidità alle articolazioni
  • Mestruazioni molto pesanti e dolorose
  • Ciclo irregolare
  • Battito cardiaco rallentato
  • Calo della libido, disfunzione erettile
  • Alopecia
  • Ingrossamento della tiroide.

Cosa comporta l’ipotiroidismo?

In particolar modo nelle donne, l’ipotiroidismo può comportare problemi come amenorrea (interruzione del ciclo mestruale) e difficoltà a rimanere incinta. Quest’ultima conseguenza è legata al fatto che l’ipotiroidismo colpisce il ciclo mestruale, e influisce quindi anche sull’ovulazione. Potrebbero verificarsi inoltre problemi durante la gravidanza, sia per la mamma che per il bambino.

Ma come si cura l’ipotiroidismo? Il trattamento prevede l’assunzione di farmaci (levotiroxina) in grado di fornire al corpo l’ormone tiroideo di cui ha bisogno, in modo che possa tornare a funzionare normalmente.

In generale, bisogna ricordare che le donne sono più colpite rispetto agli uomini. In presenza dei sintomi che vi abbiamo segnalato, non esitate dunque a parlarne con il vostro medico, per verificare eventuali alterazioni della tiroide e stabilire il giusto approccio terapeutico.

Foto di Anastasia Gepp da Pixabay
via | MayoClinic, Womenshealth.gov

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog