Farina di lupini: valori nutrizionali, benefici e controindicazioni

Farina di lupini: valori nutrizionali, benefici e controindicazioni

Tutto sulla farina di lupini: valori nutrizionali, benefici e controindicazioni di un alimento sano, versatile e ricco di proprietà.

Conoscete già la farina di lupini? Ingrediente dagli interessanti valori nutrizionali e dalle poche controindicazioni, per qualcuno è amara, per altri versatile in cucina in ricette dolci e salate adatte dalla colazione alla cena. Quante calorie contiene e come si usa? Scopriamone di più.

I valori nutrizionali della farina di lupini

La farina di lupini si produce a partire da un legume, il lupino, appunto. Povera di carboidrati, ricca di proteine e di fibre, è particolarmente apprezzata da chi segue diete dimagranti e chetogeniche. Il 40% del suo peso è caratterizzato da proteine aspetto, questo, che la rende una interessante fonte proteica di origine vegetale utile a vegetariani e vegani. Infine, non contiene glutine e rappresenta una buona opzione per i celiaci.

Farina di lupini: valori nutrizionali, benefici e controindicazioni

I benefici

Tra i benefici legati a tale alimento il fatto di aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, di aumentare il senso di sazietà e, di conseguenza, di diminuire la fame e le abbuffate. Ancora, di essere potenzialmente capace di abbassare i livelli di colesterolo LDL. Insomma, vale la pena inserirla nella propria alimentazione.

Farina di lupini, controindicazioni

Non ci sono grosse controindicazioni legate alla farina di lupini, ma non possiamo tralasciare le potenziali reazioni allergiche al lupino, che sarebbero in aumento. E, data l’esistenza di una certa correlazione tra l’allergia ai lupini e quella alle arachidi, si ritiene che i soggetti allergici a queste ultime possano potenzialmente manifestarla anche ai legumi in oggetto.

Ricette con la farina di lupini

La farina di lupino costituisce un ingrediente particolarmente spendibile ai fornelli. La si può utilizzare in tutta una serie di ricette tra le quali quelle della pasta fresca fatta in casa, delle torte, dei crackers, delle crepes, del pane, della pizza, delle tortillas. Ma anche dei biscotti per la colazione. Si può aggiungere, infine, direttamente cruda allo yogurt o ai frullati per aumentarne il contenuto proteico.

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog