Benessereblog Salute Erosione dentale: i sintomi e le possibili cause

Erosione dentale: i sintomi e le possibili cause

Erosione dentale: i sintomi e le possibili cause

Mal di denti, sensibilità al caldo e al freddo, ingiallimento e tendenza a rotture e scheggiamenti: soffrite di questo fastidiosi sintomi e disturbi? Allora potrebbe trattarsi di un problema di erosione dentale. Ma di cosa si tratta esattamente? Per definizione, l’erosione dentale è un problema dovuto alla perdita progressiva e irreparabile dello smalto dei denti. Ciò significa che man mano il dente tenderà a consumarsi, con conseguenze anche molto dolorose.

Ma vediamo quali sono le cause dell’erosione dentale e i trattamenti più efficaci per combattere questo fastidioso problema o – ancor meglio – per prevenirlo.

Conosci le cause per evitare il problema

L’erosione è provocata generalmente dall’assunzione di cibi e bevande acide, ma non solo. La causa potrebbe risiedere anche in un’azione meccanica, come la tendenza a sfregare e digrignare i denti ad esempio. Fra le più comuni cause segnaliamo:

  • Assunzione eccessiva di bevande gassate e acque frizzanti aromatizzate che, a lungo andare, possono avere un effetto nocivo per i denti
  • Assunzione di bevande sportive (sport drink) contenenti ingredienti che danneggiano i denti e aumentano anche il rischio di carie
  • Cibi acidi, come ad esempio alcuni frutti (in particolar modo gli agrumi)
  • Caffè e bevande contenenti caffeina
  • Eccessivo consumo di alcol e il vizio del fumo
  • Bruxismo, ovvero la tendenza a digrignare i denti
  • Utilizzo di dentifrici sbiancanti e abrasivi
  • Una scorretta igiene orale, a cominciare da uno spazzolamento troppo energico. È anche sconsigliato lavare i denti subito dopo aver mangiato. Sarà meglio aspettare almeno 30-60 minuti per non danneggiare lo smalto.
  • Malattia da reflusso gastroesofageo, ernia iatale e bulimia: in presenza di queste condizioni, l’azione degli acidi può aggredire i denti e rovinarli.

I sintomi dell’erosione dentale

Inizialmente l’erosione dentale non comporta particolari sintomi. Il problema potrebbe dunque passare inosservato finché le condizioni del paziente non saranno già più gravi. In tal caso, potreste avvertire disturbi come :

  • Forte sensibilità al caldo, al freddo e a cibi e bevande zuccherate
  • Ingiallimento dei denti
  • Cambiamenti nella superficie dei denti (comparsa di piccole cavità e puntini)
  • Maggiore tendenza a rotture
  • Formazione di placca e carie.

Come curare l’erosione dentale?

Non sempre il problema necessita di un trattamento. Se la situazione è ancora in fase iniziale, sarà sufficiente prestare attenzione all’alimentazione e all’igiene orale, e seguire i consigli che vi fornirà il dentista. Così facendo eviterete che il problema peggiori.

Se invece il dente necessita di cure, allora il medico consiglierà dei trattamenti per prevenire la sensibilità e arginarne il deterioramento. Il dentista potrebbe consigliarvi dei dentifrici e collutori per rinforzare i denti, o potrebbe proporre la ricostruzione o – nei casi più gravi – la devitalizzazione del dente.

Per non mettere a rischio la vostra salute orale, ecco alcune regole da seguire ogni giorno.

via | Studiodentisticogelmi.it
Foto di Martin Slavoljubovski da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog