Cancro alla prostata e prevenzione, meno rischi se bevi il caffè?

Cancro alla prostata e prevenzione, meno rischi se bevi il caffè?

Cancro alla prostata e prevenzione: bere caffè aiuta a ridurre il rischio? La risposta arriva da uno studio che conferma i benefici del caffè

La prevenzione del cancro alla prostata potrebbe contare su un alleato inaspettato, ovvero il caffè. A quanto sembra, bere alcune tazze di caffè al giorno potrebbe infatti essere collegato a un minor rischio di sviluppare questo tipo di tumore. Lo rivela un nuovo studio pubblicato sulla rivista BMJ Open e condotto analizzando i risultati di tutte le ricerche sull’argomento pubblicate fino a Settembre 2020.

Grazie a questo ampio lavoro, è emerso che bere caffè è collegato a un rischio relativo inferiore di cancro alla prostata. Già precedenti ricerche avevano confermato gli straordinari effetti benefici del caffè. Questa bevanda è risultata associata infatti a una riduzione del rischio di cancro al fegato, all’intestino e al seno. Fino ad ora però non esistevano delle prove chiare e lampanti che confermassero il potenziale ruolo del caffè nella riduzione del rischio di cancro alla prostata.

Per esaminare la questione, gli autori hanno dunque esplorato i 16 studi condotti in precedenza sull’argomento (7 provenienti dal Nord America, 7 dall’Europa e due dal Giappone). Complessivamente le ricerche esaminate hanno coinvolto più di 1 milione di uomini, 57.732 dei quali hanno ricevuto una diagnosi di tumore alla prostata.

Cancro alla prostata e prevenzione, quali sono i benefici del caffè?

caffè

Ma quindi, bere caffè aiuta o no a ridurre il rischio di cancro alla prostata? Dallo studio è emerso che rispetto a chi consumava poco questa bevanda, coloro che invece ne consumavano diverse tazze al giorno hanno registrato una riduzione del rischio di tumore alla prostata pari al 9%. Ad ogni tazza di caffè in più, il rischio si riduceva dell’1%.

Naturalmente – sottolineano gli autori – ci vuole cautela nell’interpretare i risultati, ma possiamo affermare che questo studio fa ben sperare:

Questo studio suggerisce che l’aumento del consumo di caffè può essere associato a un ridotto rischio di cancro alla prostata. Sono ancora necessarie ulteriori ricerche per esplorare i meccanismi sottostanti e i composti attivi nel caffè. Se si dimostrerà ulteriormente che l’associazione è un effetto causale, gli uomini potrebbero essere incoraggiati ad aumentare il consumo di caffè per ridurre potenzialmente il rischio di cancro alla prostata.

Insomma, nella prevenzione del tumore alla prostata, l’alimentazione potrebbe davvero giocare un ruolo fondamentale, e bere una tazza di caffè potrebbe davvero fare la differenza.

Foto di marijana1 da Pixabay

via | ScienceDaily

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog