Il lavaggio broncoalveolare: a cosa serve e qual è la procedura

Il lavaggio broncoalveolare è una procedura medica molto utile. Ecco di cosa si tratta.

La procedura medica nota con il nome di "lavaggio broncoalveolare" o "Broncho-Alveolar Lavage" (BAL) è molto utile per riuscire a diagnosticare alcune malattie che interessano i polmoni, come ad esempio i casi di polmonite, oppure anche delle infezioni in pazienti che presentano problemi al sistema immunitario. Tale tecnica è impiegata anche in presenza di alcune tipologie di tumore al polmone, in caso di alcune malattie polmonari interstiziali, e così via. Questa particolare procedura – come potete vedere grazie al video che trovate all’inizio dell’articolo - viene effettuata mediante l’utilizzo di un particolare apparecchio, ovvero il broncoscopio ottico flessibile, che viene fatto passare attraverso la bocca o il naso del paziente.

Dopodiché, attraverso il broncoscopio, i medici instilleranno una piccola quantità di soluzione salina sterile nel polmone del soggetto, quindi, il liquido della regione broncoalveolare esplorata verrà raccolto lentamente per poi essere esaminato in laboratorio.

lavaggio broncoalveolare

Tramite questa tecnica diagnostica, è possibile prelevare dei campioni di cellule e delle secrezioni bronchiali che si trovano nel rivestimento epiteliale alveolare, ed è quindi possibile analizzarne l’eventuale presenza di batteri, di virus o anche la percentuale dei neutrofili, degli eosinofili, dei linfociti, dei macrofagi e così via.

Questa tecnica diagnostica viene impiegata normalmente anche nelle ricerche immunologiche, al fine di ottenere appunto cellule o di analizzare gli agenti patogeni nel polmone.

via | Wikipedia, Ok Salute
Foto | da Pinterest di surgicalcaps.com

  • shares
  • Mail