La bronchiolite nell'adulto: cause, sintomi e cure

La bronchiolite è una malattia infiammatoria dei bronchioli che colpisce i bambini, ma anche gli adulti. Ecco di cosa si tratta.

La bronchiolite è una malattia provocata da un'infiammazione acuta dei bronchioli, una malattia che colpisce perlopiù i bambini, ma che può manifestarsi anche nei soggetti adulti, nei quali può però non essere diagnosticata, oppure essere erroneamente diagnosticata come un raffreddore. Talvolta, nelle persone adulte, questa malattia può essere asintomatica o comunque non comportare troppi problemi. Quando si presentano, i sintomi della bronchiolite nell’adulto sono rappresentati da tosse e da ovvero da problemi nella respirazione, e tali sintomi possono aumentare in maniera progressiva nel corso di alcune settimane.

La causa di questa malattia va ricercata soprattutto in un virus respiratorio che va ad attaccare appunto i bronchioli, ovvero le parti finali dell’albero bronchiale. La trasmissione avviene generalmente per via aerea, oppure attraverso saliva o secrezioni nasali dei pazienti infetti, o infine attraverso piccole goccioline di saliva. Per diagnosticare la malattia, sia nei pazienti adulti che nei bambini, viene eseguito un test di imaging, mentre un metodo diagnostico generalmente utilizzato negli adulti è la spirometria, associata ad altre tecniche specifiche.

Bronchiolite negli adulti

Come dicevamo, nell'adulto la malattia viene generalmente confusa con l'influenza, e potrebbe comportare una serie di complicazioni, ad esempio quando il paziente è in età più avanzata oppure presenta problemi al cuore, quando il paziente soffre di deficit immunologici, o ancora nei soggetti malati cronici a livello bronchiale o polmonare, nei quali tale patologia potrebbe anche degenerare in polmonite.

Il trattamento della bronchiolite non prevede una terapia standard, ma andrà valutato in base alla situazione specifica del paziente. In linea generale però gli esperti consigliano di umidificare bene l'ambiente in cui questo si trova. Qualora ad essere colpiti da tale patologia fossero soggetti a rischio di complicanze, allora sarà consigliabile il ricovero ospedaliero, per poter a fronteggiare nella maniera più adeguata qualunque problema.

via | Healthline, MyPersonalTrainer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail