Malasanità: ha un tumore al seno sinistro ma le curano il destro

Un caso di malasanità sarebbe avvenuto a Rimini, dove una donna con un tumore al seno sinistro, sarebbe stata invece curata a quello destro.

Sarebbe stata sottoposta a ben 22 sedute di radioterapia al seno destro la donna protagonista di questa ennesima vicenda di malasanità in Italia, una donna che in realtà avrebbe avuto un tumore al seno sinistro, secondo quanto riportato nelle scorse ore. Il tumore sarebbe stato diagnosticato alla donna nel 2011, e dopo un’operazione effettuata all'ospedale di Santarcangelo e dopo la chemioterapia (durata quattro mesi), la paziente sarebbe stata sottoposta ad un trattamento di radioterapia all’ospedale di Rimini, radioterapia che però è stata eseguita sulla mammella sbagliata.

A scoprirlo è stata la stessa donna, la quale si era insospettita dopo aver notato una bruciatura sul seno destro, ovvero quello sano, e la conferma sarebbe poi arrivata dagli stessi medici, che avrebbero ammesso di aver trattato il seno sbagliato.

tumore seno malasanità

Resasi conto dell’errore, la donna ha quindi fatto ricorso ad un avvocato, ed avrebbe presentato una denuncia per lesioni. Proprio lo scorso 16 Dicembre, davanti al gip del tribunale di Rimini, si sarebbe tenuta l'udienza preliminare, e proprio in questa occasione la Procura avrebbe chiesto l’archiviazione del caso, dal momento che in realtà non sarebbero state registrate delle lesioni penalmente rilevanti.

Di ben altro parere è naturalmente Roberto Urbinati, l’avvocato della donna, che sottolinea la gravità della negligenza medica, negligenza che avrebbe peraltro comportato anche delle conseguenze ben illustrate nelle perizie oncologiche e psicologiche da lui presentate.

“E' il primo caso in Italia di un tale errore. – avrebbe commentato il legale della donna - Nel mondo, solo negli Stati Uniti, in Pennsylvania, uno analogo a quello commesso all'ospedale di Rimini”.

All’Ausl riminese la quarantenne avrebbe peraltro chiesto un risarcimento di 800 mila euro, ma l’udienza fissata per il 18 febbraio sarebbe slittata per motivi procedurali. In merito a questo delicato caso il gip non avrebbe ancora sciolto la riserva.

via | TgCom24, Romagnamamma
Foto | da Pinterest di surgicalcaps.com

  • shares
  • Mail