Il sucralosio fa male? Cos'è, dove si trova e gli effetti collaterali

Il sucralosio fa male alla salute oppure no? E' bene usare questo dolcificante artificiale per il nostro caffè o per i nostri dolci? Ecco tutto quello che c'è da sapere in merito.

Il sucralosio è un dolcificante artificiale, che è ben 600 volte più dolce del saccarosio, 4 volte più dolce dell'aspartame. Negli Stati Uniti d'America è conosciuto con il nome commerciale di Splenda, mentre nell'Unione Europea lo possiamo trovare indicato con il codice E955. A differenza dell'aspartame, questo dolcificante artificiale è termostabile, non si degrata con il calore: può essere usato al posto dello zucchero per dolcificare caffè o altre bevande, ma anche per preparare dolci o alimenti che devono conservarsi a lungo.

Il sucralosio è presente in moltissimi prodotti alimentari, sia cibi sia bevande, andando a sostituire altri dolcificanti o in combinazione con questi, per renderlo più simile allo zucchero, nei confronti del quale vanta un potere dolcificante davvero molto più alto. Inoltre, sebbene sia commercializzato spesso come lo zucchero senza calorie, dobbiamo ricordare che il sucralosio contiene 96 calorie per tazza, 8 volte meno dello zucchero.

Ma è sicuro? Il sucralosio fa male alla salute? Sono moltissimi gli enti deputati alla sicurezza alimentare che hanno accettato questo dolcificante artificiale, come l'Fda, il Joint Food and Agriculture Organization/World Health Organization Expert Committee on Food Additives, The European Union's Scientific Committee on Food, il Health Protection Branch of Health and Welfare Canada e il Food Standards Australia-New Zealand, anche se non mancano critiche, nonostante gli studi condotti su animali e uomini.

In particolare, ci sono dubbi in merito alla sua possibile interferenza con il timo, la ghiandola che lavora per l'ottimo funzionamento del sistemo immunitario, mentre l'Istituto Ramazzini di Bologna ha messo in guardia sulla possibilità che sucralosio sia causa di leucemie.

sucralosio fa male

Foto | da Flickr di stevensnodgrass

  • shares
  • Mail