Cos'è la cardiopatia congenita cianotizzante, i sintomi e il trattamento

Cosa si intende con il termine “Cardiopatia congenita cianotizzante”? Ecco alcune indicazioni sull’argomento.

Con la denominazione Cardiopatia congenita cianotizzante si intende un gruppo di patologie che interessano il cuore, e rappresentano una delle malformazioni più frequenti alla nascita. Tali cardiopatie congenite si manifestano accompagnate da una serie di sintomi specifici, fra i quali si registra naturalmente anche la cianosi, condizione in cui il soggetto assume appunto un colorito bluastro che si manifesta soprattutto sulle labbra e sulle dita. Qualora la patologia dovesse essere provocata da un ridotto flusso polmonare, la causa potrebbe essere ricercata in una condizione che si verifica quando il sangue non ossigenato arriva direttamente alle sezioni cardiache sinistre, senza prima essersi appunto ossigenato.

Fra le patologie provocate da tale condizione troviamo la tetralogia di Fallot (la causa più comune di cardiopatia cianotica), l’atresia polmonare con DIV, l’atresia polmonare a setto intatto, e l’atresia della tricuspide con stenosi polmonare. Fra le cardiopatie congenite cianotizzanti troviamo anche l'anomalia di Ebstein, l’Atresia della tricuspide (condizione che si verifica quando non si registra una comunicazione diretta tra atrio destro e ventricolo destro), la sindrome del cuore sinistro ipoplastico, e così via.

Cardiopatia congenita cianotizzante

Detto ciò, i farmaci possono indubbiamente aiutare ad alleviare il sintomo della cianosi, ma alla fine, la maggior parte dei pazienti necessiterà comunque di un intervento chirurgico al fine di correggere i difetti che hanno provocato la malattia. Quando il difetto è molto grave e pericoloso, potrebbe essere necessario eseguire l'intervento subito dopo la nascita. In altri casi, la chirurgia potrà essere ritardata fino a quando il bambino non sarà un po’ più grande. Il successo della chirurgia dipenderà dalla gravità della situazione specifica del paziente.

via | Healthline, Aicca

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail