Cos'è la fascite nodulare, i sintomi e la terapia

Cosa è la Fascite Nodulare, quali sono i sintomi e qual è il trattamento più indicato?

La Fascite nodulare è una condizione rara, una condizione caratterizzata dalla crescita benigna, rapida e caotica del tessuto molle nel derma profondo, nel sottocutaneo oppure nel tessuto muscolare, che interessa prevalentemente le estremità (gli arti superiori in particolar modo), ma che può colpire anche il tronco e più raramente la regione della testa e del collo (generalmente in età prevalentemente pediatrica). Tale patologia è accompagnata da una sintomatologia scarsa (solo raramente si presenta accompagnata da fastidio localizzato, dolore ed altri sintomi) e la conferma della diagnosi avviene mediante esame istologico.

La Fascite nodulare è innanzitutto una affezione benigna, e viene definita anche con i nomi di fascite proliferativa, fascite infiltrativa e fibromatosi pseudo sarcomatosa. Tale patologia colpisce in maggioranza le persone fra i 20 e i 35 anni di età appartenenti ad entrambi i sessi, e la sua eziologia non è ancora del tutto accertata, ma si ritiene che la proliferazione fibroblastica possa essere innescata da una lesione o da un processo infiammatorio locale.

Fascite Nodulare

Per quanto concerne la diagnosi della fascite nodulare, come dicevamo essa può avvenire con certezza solamente dopo aver eseguito l’esame istologico, e fino al momento dell’intervento non è possibile escludere in maniera certa la possibile presenza di un sarcoma.

Detto questo, la natura benigna della Fascite Nodulare è attualmente accertata, e per quanto concerne il trattamento di tale patologia, si ritiene che l’escissione chirurgica, che comprende eventualmente anche l’escissione di un margine di tessuto sano intorno alla lesione, possa essere considerata effettivamente risolutiva.

via | Giornalechirurgia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail