La candida nell’uomo: i sintomi per riconoscerla e le cure più adatte

Candida nell’uomo: come si manifesta, quali sintomi bisogna tenere sotto controllo e come si cura?

La candida è considerata una malattia che interessa principalmente le donne, ma in realtà a doverci fare i conti sono spesso anche gli uomini. In realtà la candida è un fungo che si sviluppa in ambienti caldo-umidi, e che si adatta perfettamente alle temperature del nostro corpo. Se il sistema immunitario funziona bene, tali funghi risultano innocui, ma nel momento in cui il nostro sistema immunitario non funziona a dovere (a causa di malattie, cure particolari, stress, e così via) allora tale fungo prende il sopravvento e provoca una serie di disturbi che danno luogo alla malattia nota come candidosi.

Come dicevamo, ad essere soggetti a tali disturbi possono essere – oltre alle donne in età fertile e sessualmente attive - anche gli uomini, nei quali però generalmente non si registrano sintomi particolari, per cui il problema viene spesso ignorato.

Candida

Quando la candida albicans (la forma più comune in Italia) si presenta con dei sintomi, questi sono generalmente arrossamento, prurito, secrezioni di colore biancastro, dolore durante i rapporti sessuali e bruciore localizzati nella parte del glande e del prepuzio. Quando tale infezione si manifesta nell’uomo, prende il nome di balanite, e va curata esattamente come avviene nel caso delle donne.

Il soggetto affetto da candida dovrà in primo luogo rafforzare ulteriormente la propria igiene intima, usando prodotti specifici e mantenendo la parte interessata asciutta e pulita. Quando la partner presenta tale problema, la terapia (basata sull'assunzione di farmaci antimicotici e su terapia locale) andrà seguita da entrambi i membri della coppia, per cui sia la donna che l’uomo dovranno assumere i farmaci specifici e sottoporsi al trattamento di cura per la candida.

via | Forumsalute.it
Foto | da Pinterest di Tony Ja

  • shares
  • Mail