La pseudogotta: cause, sintomi e terapia

Cosa si intende con il termine “pseudogotta” e come si cura questa malattia?

La pesudogotta (nota anche con il nome di condrocalcinosi) è una malattia abbastanza comune, una malattia che provoca la formazione di microcristalli nelle articolazioni. Tali cristalli, diversamente da quanto accade nel caso della Gotta, si formano a causa dei depositi di un particolare sale, ovvero il calcio pirofosfato diidrato, mentre nel caso della gotta, i cristalli che si formano sono dovuti a un accumulo di urato monopodico. Detto questo, i sintomi della pseudogotta sono molto simili a quelli della gotta. Fra questi si registrano dei violenti attacchi dolorosi che colpiscono soprattutto polsi, ginocchia, spalle, fianchi o caviglie.

Nella fase acuta, la pseudo gotta è accompagnata da gonfiore e rigidità nelle parti in corrispondenza della zona interessata. La malattia colpisce generalmente una sola articolazione per volta, ed interessa perlopiù i soggetti anziani, ma può manifestarsi anche in soggetti giovani.

Detto questo, il medico potrà stabilire quale sia l’esatta causa dei sintomi sofferti dal paziente mediante l’esame del liquido articolare, mediante Raggi X e attraverso un’accurata analisi dei cristalli.

Trattamento


pesudogotta

Dopo che il medico avrà accertato la presenza di tale malattia, per alleviare il dolore, potrà consigliare al paziente di applicare del ghiaccio sulla parte interessata. Inoltre, il soggetto dovrà cercare di rimanere la parte a riposo, e potrà assumere ibuprofene e altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per alleviare il dolore. La terapia prevede inoltre la rimozione del liquido accumulatosi all’interno dell’articolazione.

via | Salutejournal
Foto | da Pinterest di Barbara Ziegler, Amani S.

  • shares
  • Mail