Medicina ayurvedica, l'olio di sandalo

Molti conoscono l'olio essenziale di sandalo, soprattutto per le sue proprietà afrodisiache. In realtà è anche il simbolo olfattivo della medicina ayurvedica con il suo particolarissimo aroma.

Nella tradizione ayurvedica è utilizzato per i disturbi dell'umore. Riequilibra la nostra mente grazie alle sue proprietà insieme calmanti e stimolanti. L'uso nella medicina indiana prevede l'inalazione: si mettono 5 gocce in acuqa fredda e si porta ad ebollizione. Si toglie dal fuoco, si copre il capo con un asciugamano e si respirano i vapori benefici.

La medicina ayurvedica suggerisce anche l'utilizzo come frizioni, mettendo 5 gocce di essenza diluite in 100 ml d'alcol puro, quello per i liquori per intenderci. Si friziona sulle tempie per alleviare i dolori della cefalea e sul collo per distendere il tratto cervicale. L'ingestione diretta è sconsigliatissima per il forte aroma che darebbe disturbi gastrici.

  • shares
  • Mail