Ginocchio varo nei bambini, i plantari sono utili?

Come riconoscere il ginocchio varo nei bambini e come risolvere questo problema?

Il ginocchio varo, nei bambini appena nati, è una condizione davvero molto comune, una condizione dovuta alla posizione che i piccoli assumono quando si trovano all'interno dell’utero. Appena nati i piccoli avranno dunque le gambe un pochino storte ed arcuate, per cui i neo-genitori non devono preoccuparsi. Tuttavia, se il problema dovesse persistere anche dopo i 2 anni di età, sarà necessario cercare di comprenderne le cause.

Nel caso in cui il ginocchio si presenta arcuato, fra le altre cause di questo problema potrebbero essere ricercate in un problema di rachitismo (dovuto a una carenza di vitamina D), o al morbo di Blount, o ancora a un'intossicazione da piombo o fluoro, displasie ossee, e così via.

Sintomi e trattamento

Ginocchio-varo-foto

Fra i sintomi del ginocchio varo nel bambino si registra il fatto che le ginocchia non si toccano pur rimanendo a piedi uniti, e le gambe appaiono arcuate in entrambi i lati del corpo.

Per diagnosticare il ginocchio varo, il medico dovrà innanzitutto osservare le gambe del bambino. Per escludere il rischio di rachitismo, saranno eseguiti degli esami del sangue. Qualora il bambino avesse più di tre anni e le sue condizioni dovessero peggiorare, il paziente potrebbe essere sottoposto ai raggi-X.

Detto questo, il ginocchio varo non prevede un particolare trattamento, a meno che la condizione del paziente non sia estrema. Le condizioni del piccolo dovranno però essere monitorate ogni sei mesi. In seguito, il paziente potrà indossare delle scarpe speciali o dei plantari che - secondo gli esperti - permettano effettivamente ed efficacemente di ruotare i piedi verso l’esterno, mentre l’intervento chirurgico è previsto per le forme più gravi di ginocchio varo, in adolescenza.

Foto | da Pinterest di Jeannie Matteson

  • shares
  • Mail