Isolate staminali del nervo ottico, la cura per glaucoma diventa più vicina

Isolate staminali del nervo ottico, la cura per glaucoma diventa più vicina

I ricercatori dell'università del Maryland sono riusciti a isolare le cellule staminali del nervo ottico.

Per la prima volta nella storia sono state isolate le cellule staminali nel nervo ottico, ovvero quelle cellule che portano le immagini catturate dall’occhio nel cervello. Una scoperta molto importante che è stata tentata tante volte nel corso degli anni ma alla quale è giunto un gruppo di ricercatori dell’università del Maryland, coordinato dal dottor Steven Bernstein. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Pnas, una delle più importanti del settore.

Il nervo ottico trasporta le informazioni visive trasformate in segnali nervosi nella retina, in pratica traduce i segnali in immagini dall’occhio al cervello. Questo campo di ricerca è uno dei più complessi e affascinanti, possiamo definirlo relativamente nuovo perché ci sono patologie che ancora non hanno cure e sulle quali non si ha modo di intervenire. Una su tutte è sicuramente il glaucoma.

Le cellule staminali neurali del nervo ottico sono state isolate in America dopo ben 53 sperimentazioni, ogni tentativo andato a vuoto non è stato vissuto come un fallimento ma come un passo in più per avvicinarsi all’obiettivo.

Adesso che le staminali del nervo ottico sono state isolate, gli studi proseguiranno per cercare di sfruttare il loro potenziale rigenerativo.

Le cellule staminali sopportano la crescita del nervo e contribuiscono a ripararlo nel tempo, rilasciano delle sostanze che isolano le fibre in modo che possano trasmettere il segnale elettrico senza dispersioni. Queste cellule rilasciano anche un mix di fattori di crescita che i ricercatori intendono isolare per analizzare le singole componenti. L’obiettivo è quello di creare dei farmaci che abbiano gli stessi effetti rigeneranti delle staminali.

via | repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog