La memoria iedetica “scannerizza” le immagini

La memoria iedetica “scannerizza” le immagini

Capita spesso di sentire le persone dire "io ho la memoria fotografica". Intendono riferirsi alla capacità di codificare, e quindi ricordare, le cose utilizzando prevalentemente il canale visivo. Per esempio, chi usa prevalentemente il canale visivo dopo aver studiato un capitolo di un libro è capace di visualizzare nella mente la distribuzione dei paragrafi, la […]

Capita spesso di sentire le persone dire "io ho la memoria fotografica". Intendono riferirsi alla capacità di codificare, e quindi ricordare, le cose utilizzando prevalentemente il canale visivo. Per esempio, chi usa prevalentemente il canale visivo dopo aver studiato un capitolo di un libro è capace di visualizzare nella mente la distribuzione dei paragrafi, la posizione delle immagini, i titoli e interi stralci di testo.

Chi usa di più il canale uditivo codifica e memorizza il materiale da studiare prevalentemente "ascoltandosi leggere", sia che lo faccia ad alta voce sia che lo faccia in maniera subvocale. Ma esiste una memoria ben più simil-fotografica di questa, anche se è molto più rara, è posseduta soprattutto da bambini e preadolescenti e ha un nome più difficile: memoria eidetica. Volete sapere di che cosa si tratta? Allora leggete il post su Psicocafè.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog