Bevande energizzanti, due morti per crisi cardiaca in Francia

Bevande energizzanti legate a due morti sospette per crisi cardiaca segnalate alle autorità sanitarie francesi. Attualmente gli inquirenti stanno indagando per accertare gli effetti collaterali delle bevande energizzanti in associazione al consumo di alcol, un mix a dir poco pericoloso che può rivelarsi fatale anche per i giovanissimi. Intanto, però, l'Anses, l'Agence nationale de sécurité sanitaire de l'alimentation, dirama un comunicato in cui chiede a tutti gli operatori sanitari di segnalare i casi di effetti indesiderati noti per avere un quadro più chiaro sui rischi nascosti negli energy drink.

I consumatori devono essere tenuti costantemente al corrente di tutti i rischi che corrono e di tutte le interazioni pericolose delle bevande energizzanti con altre sostanze eccitanti, anche perché si era già verificato, proprio in Francia, un altro decesso per cause simili. Si rischia molto più dello smalto dei denti, si rischia la vita.

Negli energy drink ci sono alte concentrazioni di taurina, caffeina ed altre sostanze eccitanti che incidono sul ritmo cardiaco, sul sistema nervoso e possono causare anche disturbi psichici. Dal 2008 le bevande energizzanti sono sorvegliate speciali delle autorità sanitarie francesi e dei 24 casi di effetti collaterali gravi segnalati tredici includevano tachicardia, senso di disorientamento, vertigini, senso di angoscia, stato confusionale, agitazione, crisi epilettiche, tremori, disturbi del comportamento. Tre gli episodi cardiovascolari segnalati e due i casi di arresto cardiaco, di cui uno mortale. Tra gli altri anche un caso di insufficienza renale acuta.

Via | Le Parisien
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail