Nuove centrali nucleari nel Regno Unito: se ne parla in Rete

Nuove centrali nucleari nel Regno Unito: se ne parla in Rete

Il petrolio ha sfiorato i cento dollari al barile, sale l'emergenza clima e la necessità di trovare nuove fonti di energia alternativa. Si discute ancora sulla via per il nucleare in Italia, ma il governo britannico del Regno Unito, come scrive Sostenibile, ha deciso di avviare un piano per la costruzione di 22 nuove centrali. […]

Il petrolio ha sfiorato i cento dollari al barile, sale l'emergenza clima e la necessità di trovare nuove fonti di energia alternativa. Si discute ancora sulla via per il nucleare in Italia, ma il governo britannico del Regno Unito, come scrive Sostenibile, ha deciso di avviare un piano per la costruzione di 22 nuove centrali.

Critici gli ambientalisti, favorevoli i conservatori, dubbiosi molti economisti che ritengono estremamente difficile che gli operatori privati si lancino in simili progetti senza il solito aiutino statale. In Italia siamo ben lontani dall'introduzione del nucleare che in Francia, ad esempio, è considerata energia pulita.

Vista l'emergenza global warming, gli olandesi per strappare la terra all'innalzamento del livello delle acque, come scrive Ilprofessorechos, aspirano a ridisegnare le loro coste

Infine, gli sprechi energetici e la raccolta indifferenziata dei rifiuti sono uno dei principali fattori di crisi ambientale. E' illuminante la battuta di Jay Leno riportata da Paroleverdi su Bush e l'energia solare: abbiamo avuto un'eclissi di sole. A un certo punto, il 75% del sole è stato coperto. Bush ha detto che ciò dimostra l'inaffidabilità dell'energia solare. Alla produzione di energia pulita si affianca anche il riciclaggio di carta, plastica e vetro ad esempio, e con l'avanzamento tecnologico aumenta la priorità dello smaltimento dei rifiuti elettronici, come spiega Ilprofessorechos.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog