E se la colpa dell’obesità fosse proprio della dieta?


La questione del titolo va specificata. Se n’è occupato uno studio recente che ha ipotizzato e in parte dimostrato che tra le cause dell’obesità americana rientrano i consigli dei dietologi che invitano a seguire diete a basso regime calorico e povere di grassi.

I ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine di New York hanno pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine risultati allarmanti, secondo cui le direttive alimentari emanate dal governo federale a cadenza quinquennale sin dal 1970 avrebbero fatto più male che bene.

Il motivo? A fronte dell’invito a ridurre grassi e zuccheri, non venivano fornite linee guida che consigliassero alimenti sostitutivi. Questo avrebbe comportato una conseguente cattiva qualità dell’alimentazione, concentrata sulla riduzione drastica di determinati nutrienti ma senza un effettivo controllo qualitativo. Insomma, la colpa bisognava pur darla a qualcuno.

Via | Health Yahoo

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail