Natale, come proteggere la salute in vacanza

Spesso ci vengono proposte polizze viaggio. Ma sono davvero necessarie?

Polizze viaggio Natale

Anche quest'anno le vacanze di Natale saranno minacciate dai malanni tipici dell'inverno. I più diffusi, responsabili di più del 23% dei problemi di salute registrati durante le ferie invernali, sono l'influenza e la bronchite, ma non è da escludere che la salute venga compromessa da dissenterie e gastroenteriti scatenate da microbi, alimenti o condizioni climatiche incontrati durante viaggi a lungo raggio. Per non parlare degli infortuni: cadute, fratture, contusioni, distorsioni e traumi vari sono in cima alla lista dei problemi che potrebbe dover affrontare chi sta trascorrendo le vacanze sulle piste da sci.

Benessereblog ha avuto modo in più occasioni di parlarvi dei metodi più adatti a prevenire tutti queste problematiche e di come affrontarle nel modo più corretto. Ma come fare quando ci si trova in difficoltà mentre si è lontani da casa?

Una possibile soluzione sono le assicurazioni viaggio, un'opportunità a dire il vero ancora poco sfruttata dagli italiani. Se, infatti, bene il 70% degli abitanti del Bel Paese è a conoscenza della possibilità di stipulare polizze viaggio, ma solo il 15% decide di assicurarsi prima di partire. Si tratta di un errore oppure di una scelta ininfluente dal punto di vista della salute? E' davvero necessario prendere una precauzione di questo tipo?

Rispondere è difficile. Di sicuro ad entrare in gioco sono diversi fattori, ad esempio quanto sarà lontano da casa il luogo della villeggiatura. Vogliamo però snocciolare qualche dato per permettervi di valutare meglio se nel vostro caso valga o meno la pena di investire parte del vostro budget in una polizza viaggio.

Parlando in termini generali, il 92,8% delle richieste di intervento da parte dell'assicurazione viaggi riguardano semplici malanni o piccoli infortuni. Solo nel 7,2% dei casi viene chiesta assistenza per problemi più gravi, come la necessità di essere trasportati in ospedale, di essere sottoposti ad un intervento chirurgico o ad una visita ortopedica.

In particolare, nel 73,7% le compagnie assicurative ricevono richieste di assistenza per sindromi da raffreddamento e malesseri di stagione, mentre nel 25,4% dei casi per infortuni come cadute sulle piste da sci (19%), fratture (19%), contusioni, distorsioni e traumi (14%).

Dati alla mano, tocca a voi scegliere. Noi vi consigliamo prima di tutto di informarvi su quali sono i possibili rischi che potreste correre durante le vacanze, soprattutto in eventuali viaggi all'estero, e di parlare col vostro medico dell'eventualità di proteggersi prima di partire con vaccinazioni o altre profilassi, come quella contro la malaria.

Via | ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail