Natale, niente abbuffate di zuccheri: fanno perdere la memoria

Basta una settimana di eccessi con i dolci per aumentare l'infiammazione nel cervello e comprometterne il buon funzionamento

dolci natale memoria

Fate attenzione a quello che mangerete durante le feste di Natale: esagerare con gli zuccheri potrebbe farvi correre il rischio di non ricordarlo più. Un gruppo di ricercatori australiani ha infatti scoperto che mangiare troppi dolci anche per un periodo limitato di tempo può danneggiare irreversibilmente la memoria.

Gli scienziati lo hanno svelato grazie ad uno studio condotto sui ratti pubblicato sulla rivista Brain, Behavior and Immunity. Gli animali, alimentati con junk food ricco non solo di zuccheri ma anche di grassi, hanno mostrato problemi di memoria già dopo una sola settimana. Non solo, l'eccesso di cibo spazzatura scatena l'infiammazione a livello dell'ippocampo, la regione del cervello associata alla memoria spaziale.

Gli zuccheri destano particolare preoccupazione perché gli stessi effetti sono stati osservati anche quando agli animali è stata data da bere solo dell'acqua zuccherata. Ma ciò che preoccupa ancora di più i ricercatori è che anche l'obesità, caratterizzata da alti livelli di infiammazione, possa influenzare la memoria di chi ne soffre.

Sappiamo che l'obesità scatena l'infiammazione nell'organismo, ma non abbiamo realizzato se non di recente che causa anche cambiamenti nel cervello

ha spiegato Margaret Morris, responsabile dello studio, aggiungendo che

l'aspetto davvero sorprendente di questa ricerca è la velocità alla quale si verifica il declino delle capacità cognitive.

Come se non bastasse questi primi risultati indicano che gli effetti sono permanenti e che tornare a una dieta sana non è sufficiente per porvi rimedio.

Secondo Morris questa scoperta potrebbe applicarsi bene anche al caso dell'uomo.

Dato che l'alimentazione influenza il cervello a qualsiasi età, è critica quando invecchiamo e potrebbe essere importante per prevenire il declino cognitivo

ha commentato l'esperta.

Una persona anziana con una dieta non salutare potrebbe essere più a rischio di problemi.

Con i banchetti alle porte nessuno può però sentirsi al sicuro, nemmeno se non vede cambiamenti sulla bilancia. Morris e colleghi hanno infatti rilevati che i problemi di memoria sono evidenti già prima che l'eccessivo consumo di junk food porti ad ingrassare.

Meglio, quindi, evitare le abbuffate.

Le persone

ha concluso Morris

dovrebbero fare meno caso ai loro stimoli interni, come la fame, e sapere quando ne hanno avuto già abbastanza.

Via | Daily Mail
Foto | da Flickr di Mihail Kozuharov

  • shares
  • Mail