Jeans stretti e tacchi alti, il mix micidiale per i nervi delle gambe

jeans e tacchi alti danneggiano i nervi delle cosce

Slanciano, smagriscono e fanno sembrare più alte, sollevando anche il morale delle bassine, ma jeans come fossero pelle e tacchi vertiginosi sono un'accoppiata pericolosa per i nervi delle gambe. A spiegare perché questo look può essere un mix letale è Karen Boyle, medico del Greater Baltimore Medical Center, in un'intervista rilasciata ad ABC News.

Se i jeans sono troppo stretti, la pressione è tale da poter arrivare a causare dei danni nei nervi. Il termine tecnico per identificare il disturbo che ne deriva è “meralgia parestesica”. In pratica, il nervo cutaneo femorale laterale, uno di quelli che scorrono lungo la parte esterna della coscia, viene schiacciato, provocando formicolii, intorpidimento e dolore. La sensazione provata da chi ne soffre è quella di fluttuare sulla gamba, piuttosto che di camminare. Di conseguenza, quando si cammina ci si sente deboli e la coscia fa male.

I tacchi alti non fanno che peggiorare la situazione. La dottoressa Boyle ha spiegato che


quando si indossano tacchi alti l'asse del bacino cambia e ciò che accade è che il bacino si inclina, le natiche sporgono un po' e le gambe sembrano più lunghe. E' per questo che le donne indossano i tacchi a spillo. Ma proprio perché si inclina un po', il bacino accentua ancora di più la pressione esercitata su quel nervo. Ciò può peggiorare i sintomi.

La soluzione è preferire jeans che contengano del tessuto elasticizzato o quei leggins stampati con fantasia a jeans (che ho scoperto chiamarsi jeggins!). Se, invece, si insiste ad indossare i pantaloni che hanno scatenato l'intorpidimento del nervo i danni possono diventare permanenti.

Via | abc2news.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail