Bello e impossibile, galeotta fu l'ovulazione

josh holloway

Torniamo ad occuparci di psiche e ovulazione, amici di Benessereblog, e stavolta non per parlarvi di serpenti ma di uomini. Non bravi ragazzi, affidabili e gentili, ma uomini sfuggenti e misteriosi.

Perché a volte siamo più attratte dal bel tenebroso irraggiungibile? Ad alcune capita durante l'adolescenza di prendere una cotta per i cattivi ragazzi, anche poco raccomandabili se vogliamo, altre proseguono per tutta la vita ad inseguire l'uomo tanto bello quanto impossibile. Il fascino del dannato potrebbe dipendere dalla voglia inconscia del nostro cervello di accaparrarsi quello che non può ottenere facilmente. Ne parlavamo tempo fa, a proposito della psicologia dell'attrazione: tendiamo a trovare più affascinante chi ci sfugge perché la nostra mente attribuisce più valore a quello che non può avere.

Ma dietro potrebbe esserci anche un'altra ragione, stavolta fisiologica: gli ormoni dell'ovulazione. Lo rivela un recente studio condotto dai ricercatori della University of Texas di San Antonio, pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology.

Nella settimana dell'ovulazione le donne sono più attratte dagli uomini sexy, belli e ribelli e non solo per un'avventura: li indicano come potenziali padri, e per di più devoti, responsabili ed amorevoli, dei propri figli, quando tutti gli indizi sul loro comportamento inaffidabile dovrebbero piuttosto suggerire di stare alla larga da questo genere di partner se si vuole metter su famiglia. Ecco perché spesso ci si ostina ad inseguirli in cerca di una relazione stabile, anche quando i diretti interessati non mandano affatto segnali che indichino un desiderio di una compagna e di una storia importante.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail