La crepa nell’anguria è nociva? La nuova bufala è servita

La crepa nell’anguria è nociva? La nuova bufala è servita

L’anguria con le crepe fa male alla salute? Ecco un’altra bufala pericolosa per i consumatori.

Da molti anni sul web circola una fake news sulle angurie che può contribuire allo spreco alimentare, e che va quindi smentita in modo chiaro. Di recente anche voi vi sarete imbattuti in alcuni articoli che sostengono che se le angurie hanno delle crepe, possono arrecare danni alla salute dei consumatori.

Secondo alcuni siti, le crepe nell’anguria sarebbero infatti dovute all’utilizzo di sostanze vietate, che verrebbero impiegate per accelerarne la maturazione. Come se non bastasse, secondo tali fonti anche i semini bianchi sarebbero indice della cattiva qualità di questo amato frutto, per cui bisognerebbe mangiare l’anguria solo se perfettamente integra e solo se sono presenti dei semi neri. In caso contrario, questo dolce frutto andrebbe gettato via.

Ma tutto ciò sarà vero? La risposta breve è “no”.

L’anguria può mostrare differenti caratteristiche a seconda della varietà, delle condizioni in cui è stata coltivata, in base alla maturazione, al periodo di tempo in cui viene lasciata in frigorifero prima di essere consumata e in base a svariati altri fattori. Tali caratteristiche possono favorire la comparsa, ad esempio, delle classiche crepe, che però non implicano in alcun modo che il frutto sia nocivo o – ancor peggio – da gettare via.

Affermazioni come quelle riportate dai vari siti rischiano di far aumentare un fenomeno nocivo – quello si che può essere definito in questo modo – come quello dello spreco alimentare, portando i consumatori a gettare nella spazzatura alimenti di buona qualità, per paura di mettere a rischio la propria salute.

via | SicurezzaAlimentare
Foto di Couleur da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog