Senso di sazietà, perché abbiamo ancora fame dopo pranzo?

donna che mangia

Capita di avere ancora fame persino dopo un pasto abbondante. Per capire da cosa può dipendere dobbiamo partire dai processi che regolano il senso di sazietà. I messaggi tra lo stomaco ed il cervello purtroppo non sono istantanei come un sms. Lo stomaco ha bisogno di 10-45 minuti per liberare l'ormone colecistochinina, che segnala al cervello che siamo sazi. Come potete notare tra 10 e 45 minuti c'è una bella differenza. Per alcuni di noi il senso di sazietà arriva prima, per altri occorre più tempo. Ecco perché è fondamentale capire i nostri ritmi e mangiare lentamente per evitare di sentirci affamati appena dopo pranzo.

Un altro fattore determinante per il senso di sazietà è legato alla soddisfazione del pasto. A livello mentale, più gustiamo ed assaporiamo un cibo, più ci sentiamo gratificati e sazi. Ecco perché i comfort foods ci fanno sentire bene già dopo pochi morsi: stimolano i sensi, olfatto, gusto e vista, e ci fanno ottenere quella ricompensa tanto agognata dal cervello. Non possiamo consumare cibi spazzatura, perché non sono sani e ci fanno ingrassare. Quello che possiamo fare, però, è cercare di aggiungere sapore ai nostri cibi, riassaporando il piacere di mangiare, di preparare pietanze sane e gustose, usando le spezie e variando il menu. Piatti bianchi e tristi, per intenderci, non ci faranno certo sentire sazi più in fretta. Qui trovate alcuni consigli per mangiare sano con gusto.

Per sentirci sazi più in fretta, possiamo anche optare per cibi a bassa densità calorica, come le verdure, che riempiono letteralmente lo stomaco facendoci sentire pieni, senza però apportare troppe calorie. In alcuni casi non ci sente sazi, malgrado si mangi lentamente, a causa della resistenza dell'organismo alla leptina, un ormone che regola il senso di sazietà e che influisce sui processi digestivi. In questo caso è bene consultare il medico.

Via | Live Strong
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail