Vitamina E, ecco le differenze tra cibi e integratori

la vitamina e nella soia protegge dal cancro

Inutile affidarsi agli integratori: l'unica vitamina E che protegge dal cancro è quella presente negli alimenti. A dimostrarlo è un'analisi pubblicata su Cancer Prevention Research in cui i ricercatori della Rutgers University di New Brunswick (Stati Uniti) hanno esaminato tutti i dati raccolti fino ad oggi a tal proposito.

Gli esperti hanno spiegato che l'effetto antitumorale dipende dalla forma di vitamina E che si assume. Mentre la maggior parte degli integratori contiene il cosiddetto alfa-tocoferolo, gli oli vegetali (come quelli di soia, colza e mais) e le noci contengono gamma e delta-tocoferolo. Questi ultimi hanno un effetto protettivo nei confronti del cancro al colon, al polmone, al seno e alla prostata. Effetto totalmente opposto rispetto a quello dell'alfa-tocoferolo che, invece, aumenta il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.

Sapere con quale forma di vitamina E si ha a che fare è, quindi, fondamentale per trarre benefici e non svantaggi dalla sua assunzione. Per questo Chung Yang, coordinatore dell'analisi, dà questo suggerimento:

per chi pensa di dover assumere integratori di vitamina E la strategia più prudente sarebbe scegliere una miscela di vitamina E simile a quella presente nella nostra dieta.

Via | Rutgers University
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: