Quando andare dal dottore in gravidanza

Quando andare dal dottore in gravidanza

Durante la gravidanza la donna è molto ansiosa, ma i controlli ginecologici servono proprio a gestire le complicazioni e le emozioni negative.

La prima visita dal dottore in gravidanza bisognerebbe farla quando si ha il sospetto, confermato dal test di gravidanza positivo, di essere incinta. Ciò avviene di solito tra la sesta e l’ottava settimana di gestazione. Prima non è consigliabile, perché il rischio è di non vedere nulla durante l’ecografia interna.

Una volta appurata la gravidanza, dovrai pianificargli appuntamenti di routine e gli esami da fare in queste lunghe 40 settimane. In linea di massima un ginecologo privato dovrebbe consigliarti un appuntamento al mese. Considera che tra la 12 e la 16 esima settimana ci sono degli esami importanti da fare, come il b-test e la translucenza fetale.

A partire dalla 20ª settimana, l’utero cresce in modo regolare di un centimetro ogni sette giorni. Dovrai effettuare la prima ecografia morfologica e magari la villocentesi e l’amniocentesi. Per legge, sono previste tre ecografie in tutto: una per trimestre e la ripetizione mensile degli esami di laboratorio secondo il calendario indicato dal Ministero. Dalla 32esima settimana invece avrai il tampone retto-vaginale per diagnosticare un’eventuale infezione da streptococco beta-emolitico.

Tutto ciò fino al momento del parto. Se superi il termine, dovrai vedere il medico – direttamente in ospedale per il tracciato – tutte le settimane. Ovviamente, se subentrano problemi, hai perdite, non ti senti bene, puoi contattarlo per dei controlli extra.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog