Disturbi d'ansia, cure sempre più efficaci per liberarsi da attacchi di panico e fobie

disturbi d'ansia

I disturbi d'ansia di cui soffrono oltre 10 milioni di italiani si possono curare in pochi mesi, consentendo di tornare alla normalità, liberi dalle ansie negative che limitano e condizionano pesantemente la vita. Delle nuove cure e terapie contro i disturbi d'ansia, sempre più efficaci, si è discusso ieri sera a Canzi (CO), nell'ambito dell'incontro Liberi dall'ansia, a cui ha partecipato, tra gli altri, il professor Gianpaolo Perna, docente alle Università di Miami (USA) e Maastricht (Olanda), uno dei maggiori esperti mondiali dei disturbi d'ansia.

Perna ha spiegato innanzitutto che non esiste solo un'ansia nemica, ma anche un'ansia amica, quella che ci consente di reagire agli stimoli esterni, di produrre, di scovare soluzioni, di sopravvivere. Spiega infatti Perna:

L’ansia di per se stessa non è patologica, anzi è una delle funzioni più importanti che ci aiutano a prevenire i pericoli e superarli. L’ansia ci è quindi spesso molto amica aiutandoci a distinguere ciò che ci fa bene da ciò che ci potrebbe far male sulla base delle nostre esperienze. L’ansia ci permette di tirar fuori tutte le nostre risorse per affrontare e superare un pericolo al prezzo di una sensazione di disagio assolutamente non pericolosa. Quando l’ansia supera certi limiti, ostacolando il nostro buon funzionamento oppure quando compare senza alcun pericolo, allora diventa un’ansia nemica, capace di ingabbiare i nostri comportamenti, ostacolare decisioni libere e non permetterci di esprimere le nostre potenzialità.

In molti, purtroppo, scelgono di ignorare i disturbi d'ansia, perché si imbarazzano a chiedere aiuto, o perché non pensano di poter guarire. In alcuni casi attacchi di panico, ossessioni, piccole manie, fobie, pensieri ed azioni compulsive, stati ansiosi, palpitazioni, non vengono nemmeno considerati un disturbo serio. Piuttosto si preferisce evitare le situazioni che scatenano ansia: chi è sociofobico eviterà il contatto con gli altri il più possibile, chi ha paura di volare programmerà viaggi in cui non è necessario prendere l'aereo e così via. Ansie e paure patologiche condizionano dunque la vita.

Eppure, oggi, spiega Perna, esistono sia terapie, come la terapia cognitivo-comportamentale, che farmaci in grado di aiutarci a vincere l'ansia negativa. Anche fare attività fisica, meditare, socializzare, stare in mezzo alla natura o utilizzare strumenti virtuali per desensibilizzarsi dalle paure che scatenano ansia, sono rimedi naturali molto utili. Come spiega Perna:

I disturbi d’ansia sono condizioni curabili in pochi mesi sempre che vengano applicate procedure validate scientificamente. La ricerca scientifica procede fornendo strumenti farmacologici e non farmacologici sempre nuovi. Per il disturbo di panico si stanno sviluppando terapie respiratorie, per l’agorafobia una riabilitazione psicovestibolare, per il disturbo ossessivo compulsivo tecniche di riabilitazione neurocognitiva e per il disturbo d’ansia generalizzato tecniche di training sull’attenzione. Queste nuove tecniche permetteranno di ottenere risultati più completi e rapidi che garantiranno una qualità di vita sostanzialmente uguale alle persone che non hanno i disturbi d’ansia.

Via | Comunicato Stampa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail