Ritrovare l'energia con guaranà e matè

bevanda mat�¨
Quante volte avrete sentito parlare del guaranà? Forse un po' meno del matè, più noto fuori dai confini dell'Europa. Entrambe sono piante dal potere energizzante, tonico-adattogeno e stimolanti sia del fisico che della mente. Possono esserci molto d'aiuto in questo inizio di primavera per ritrovare le energie perdute.

Il guaranà contiene la guaranina (dal 3 al 7%), principio attivo molto simile alla caffeina come meccanismo d'azione: dà una forte carica energetica poco dopo l'assunzione, ma che dura anche relativamente poco. Perciò è consigliato più per sforzi intensi ma di breve durata. Va sempre assunto al mattino, o al massimo nella prima parte della giornata.

Il matè è da sempre utilizzato come bevanda rinfrescante e tonica dai popoli sudamericani per sconfiggere la stanchezza fisica. Contiene caffeina (da 0,2 a 2%) ed altre sostanze simili ed ha un'azione tonica a livello nervoso. Ha però maggiori effetti collaterali rispetto al guaranà, perchè può dare assuefazione e tachicardia.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail