L'aggressività del vincitore

vincitori e vinti

Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere e a quanto risulta da un recente studio, condotto dai ricercatori della Ohio State University, non siamo proprio sulla buona strada. Chi vince, infatti, tende a comportarsi in modo aggressivo con i rivali sconfitti. Insomma, si infierisce anche quando non sarebbe affatto necessario. Al contrario, chi esce sconfitto non mostra più aggressività del solito verso i vincitori. Brad Bushman, docente di psicologia, prima firma della ricerca, spiega che in una competizione si suppone che sia i vincitori che i vinti sperimentino uno stato d'animo piuttosto combattivo.

Chi ha perso dovrebbe essere particolarmente agguerrito perché la sconfitta brucia e fa sentire incompetenti, innescando la scintilla della rabbia. Tuttavia la sensazione di potere che trasmette la vittoria rende più aggressivo proprio il vincitore, mentre lo sconfitto appare perlopiù sottomesso e spaventato dalla schiacciante superiorità del rivale.

Dallo studio, pubblicato sulla rivista Science Social Psychological and Personality, emerge che in tre distinte sperimentazioni, condotte in Paesi diversi e con modalità differenti, il risultato non cambia: chi vince tende ad infierire sul rivale sconfitto. Il passo successivo dei ricercatori sarà scoprire se l'aggressività dei vincenti si ripercuote solo sui vinti o se incide su tutte le relazioni interpersonali.

Via | Ohio Research News
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail