Sindrome della pelle tostata, a rischio chi tiene il portatile sulle gambe

uomo computer gambe

Sindrome della pelle tostata o detto scientificamente eritema ab igne (EAI), una sorta di effetto tostatura provocato alla parte superiore delle nostre gambe dal calore emesso dai computer portatili, dal riscaldamento dell'auto, dalle stufe posizionate sotto il tavolo, dagli scaldini o ancora dallo sfregamento prolungato con il sedile dei veicoli.

Secondo un recente studio, a cura di un'équipe di dermatologi del College of Medicine dell'Università di Cincinnati, in Ohio, se notiamo un rossore diffuso sulle gambe, a formare una sorta di reticolo, dovremmo prestare più attenzione alle nostre abitudini, prima di allarmarci. Se di tanto in tanto teniamo il computer poggiato sulle gambe non è infatti un problema, ma se la nostra è un'abitudine, faremmo meglio a smettere per evitare danni a breve e medio termine.

Brian Adams, autore dello studio, pubblicato sulla rivista Archives of Dermatology, spiega:

Bisogna far capire alle persone che è necessario evitare di esporre per un periodo di tempo prolungato le gambe a sedili riscaldati, così come a simili fonti di calore. La sindrome della pelle tostata è molto fastidiosa dal punto di vista estetico, anche se non è grave dal punto di vista prettamente fisiologico. L'importante è saperla diagnosticare presto.

Già, perché spesso viene confusa con altri disturbi e malattie ben più gravi, come la dermatite livedoide di Nicolau o la vasculite da immunocomplessi, per citare solo due esempi.

Di solito svanisce da sé, senza necessità di intervenire. Bisogna semplicemente evitare il contatto con la fonte di calore incriminata. Tuttavia, lo strano rossore sulla pelle delle gambe può durare anche mesi. E ora che si avvicina l'estate, non è proprio il massimo.

Via | Reuters Health
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail