Infezioni legate all'orologio biologico, rischio aumenta di notte

infezioni notte

Dormiremo sonni meno tranquilli per via di una recente scoperta effettuata da un'équipe di ricercatori della Yale University School of Medicine e pubblicata sulla rivista Immunology. A quanto pare, il nostro sistema immunitario è strettamente legato all'orologio biologico. Di notte, quando dovremmo riposare, le nostre difese si abbassano e diventiamo più vulnerabili alle infezioni.

In un certo senso, è come se il sistema immunitario si concedesse una pausa o comunque lavorasse a ritmi meno serrati. Di conseguenza il rischio di contrarre infezioni di notte aumenta. E per chi le infezioni in corso ce le ha già e sta combattendo per liberarsene, di notte il rischio di morte aumenta, ovviamente se si tratta di gravi infezioni, con il picco tra le 2 e le 6 del mattino.

Secondo gli autori dello studio, la relazione tra il nostro sistema immunitario ed il ritmo circadiano è molto stretta. Tanto che di notte, gli equilibri si scombussolano ed il nostro organismo riconosce gli agenti patogeni più lentamente. Di conseguenza anche la risposta immunitaria è più lenta.

Il jet-lag ci espone ad un rischio maggiore di contrarre infezioni. Anche se in viaggio non possiamo evitarlo, gli esperti raccomandano nella vita di tutti i giorni di non stravolgere i ritmi biologici, cercando di andare a dormire e di svegliarsi sempre alla stessa ora.

Via | Medical Daily
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail