Cosa indica la creatinina nelle urine? I valori di riferimento

La creatinina viene prodotta dal nostro corpo, si riversa nel sangue e poi viene filtrata dai glomeruli renali, venendo completamente eliminata con le urine. Cosa vuol dire se con le analisi di queste ultime vengono trovate delle tracce di creatinina?

creatinina nelle urine

La creatinina, prodotta dal nostro organismo e presente soprattutto nel muscolo scheletrico e cardiaco, ma in misura minore persino nel cervello, nel fegato e nei reni, viene riversata nel sangue. I glomeruli renali, poi, si occupano di filtrarla,m entre la sostanza viene completamente eliminata con le urine.

La quantità di creatinina prodotta dal nostro organismo è sempre costante, perché è proporzionale alla nostra massa muscolare. Cosa accade se in occasione delle classiche analisi delle urine vengono riscontrati dei livelli troppo alti all'interno delle stesse?

Aumenti di creatinina nel siero, ad esempio, possono indicare la presenza di insufficienza renale acuta o cronica, difetti della perfusione sanguigna renale, acromegalia, gigantismo, ipertiroidismo, ipertrofia muscolare e diete ricche di carne. Al contrario diminuzioni di creatinina nel siero sono associate a stati debilitativi e gravidanza, in particolare nel primo e secondo trimestre.

Aumenti di creatinina nelle urine, invece, possono indicare un eccessivo esercizio fisico, acromegalia, gigantismo, diabete mellito, infezioni, ipotiroidismo, ipertrofia muscolare, diete ricche di carne. Una diminuzione, invece, indica ipertiroidismo, anemia, paralisi, distrofia muscolare, atrofie muscolari, insufficienza renale, miositi, leucemia, ma si manifesta anche in caso di dieta vegetariana.

E veniamo ai valori di riferimento della creatinina nelle urine: nelle donne i valori normali vanno da 0.8 a 1.7 g/24 h, mentre nell’uomo vanno da 1 a -1,9 g/24 h.

Via | cdi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail