Clearance della creatinina, cosa significa e cosa fare se i valori sono alti

Cosa è la Clearance della creatinina e perché si misura questo valore?

clearance della creatinina  valori

La Clearance della creatinina è un valore che si misura con lo scopo di valutare la corretta filtrazione glomerulare, e dunque la funzione renale, mediante appunto il controllo dello smaltimento della creatinina, sostanza che viene prodotta durante il metabolismo della creatina, che come gli sportivi ben sapranno, riveste una importante funzione energetica. Ma perché si studia il livello di creatinina? Presto detto.

Dopo essere stata prodotta, questa sostanza si riversa nel sangue e viene infine secreta attraverso le urine mediante il lavoro dei reni. Se il livello di creatinina dovesse risultare eccessivamente basso, ciò potrebbe voler dire che i reni non compiono il loro compito come dovrebbero, per cui la concentrazione di creatinina nel sangue aumenterebbe.

L’esame della clearance della creatinina si suddivide in due parti, ovvero la raccolta delle urine delle 24 ore ed il prelievo di un campione di sangue per determinare la creatininemia. Normalmente il valore della clearance di creatinina dovrebbe essere compreso tra i 95 e i 140 ml/minuto per quanto riguarda l'uomo, e tra gli 85 e i 130 ml/minuto per quanto riguarda la donna.

Nel caso in cui la Clearance della creatinina dovesse dare risultati più elevati rispetto alla norma, ciò sarebbe da ricollegare ad una insufficienza renale. Inoltre, fra le cause che potrebbero determinare un simile risultato potrebbero esservi una dieta errata e sbilanciata, febbre, una gravidanza, problemi alla tiroide, diabete, l’assunzione di alcuni tipi di farmaci e l'aver svolto attività fisica.

Nel caso in cui il valore riscontrato non dovesse rientrare nella norma, è sicuramente importante chiedere il parere del proprio medico curante.

via | Sanihelp, Medicina360
Foto | da Pinterest di Kidney Cares China

  • shares
  • Mail