Che fastidio alle palpebre!


Hai presente quella sensazione di pesantezza che parte dalle palpebre e irradia stanchezza in tutto il corpo? Ti è mai capitato di avere fastidio alle palpebre al punto tale da desiderare solo di chiudere gli occhi e dormire?

Rossore, gonfiore, prurito, eccesso di lacrimazione e in alcuni casi drenaggio sono i sintomi più comuni dei problemi alle palpebre che possono essere causati da irritazione o infezione. I problemi della pelle, come l’eczema e la dermatite seborroica, possono influenzare negativamente la salute delle palpebre; mentre allergeni, come pollini e peli di animali, possono causare irritazione. Nei casi più gravi può accadere che la palpebra si modifichi in dimensione o posizione a seconda che il bulbo oculare si gonfi o si spinga in avanti; se alle modifiche palpebrali si accompagnano problemi di vista, disallineamento degli occhi, o problemi di movimento, è immediatamente necessaria la valutazione medica. Si deve ricorrere all’intervento chirurgico ma non di emergenza quando la parte inferiore si gira all’interno verso il bulbo oculare e le ciglia irritano costantemente la superficie del bulbo.

Problemi ahimè piuttosto noti; seppur saltuariamente mi trovo a dover combattere con palpebre gonfie, irritate, ipersensibili, con prurito. Esistono rimedi naturali come impacchi di tè o la malva con le sue proprietà mentre ultimamente ho provato Topialyse Palpebral, un trattamento unico per calmare, proteggere e prevenire tutte le irritazioni della palpebra. Il trattamento è composto dal complesso omega 3,6, 9 che rilipidizza e ristruttura la barriera cutanea della pelle della palpebra; il peptide regolatore che svolge un’ azione rinforzata anti-irritazione e anti-purito; il derivato dell’acido glicirretico che riduce l’infiammazione mentre l’acido ialuronico crea un effetto barriera che protegge dagli allergeni. Infine lo xilitolo svolge un’azione lenitiva e idratante e dona sollievo e benessere.

In ogni caso mai sottovalutare il problema quando persiste, curiamo l'alimentazione e affidiamoci alla consulenza di un medico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail