Disturbi mentali o caratteristiche individuali?

Il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM) viene pubblicato dall'American Psychiatric Association (APA) e descrive sintomi e altri criteri per la diagnosi di disturbi mentali. Viene utilizzato a livello internazionale ed è visto come la "bibbia" della diagnostica per la medicina della salute mentale. Secondo l'ultima revisione del manuale diagnostico, milioni di persone in buona salute - compresi i bambini timidi o insolenti, persone a lutto e le persone con ossessioni - potrebbero essere classificate come malate di mente.

Più di 11.000 professionisti della salute hanno già firmato una petizione (a dsm5-reform.com) chiedendo la revisione della quinta edizione del manuale. Con l'obiettivo di espandere i confini della psichiatria, questa nuova versione rischia - secondo molti professionisti della salute - di portare alla "medicalizzazione della normalità, delle differenze individuali, e della criminalità ".

Così bambini che dicono 'no' ai loro genitori più di un certo numero di volte, il disordine da gioco d'azzardo, il disordine da internet - dipendenza; le persone timide, a lutto, quelle eccentriche o che hanno vite non convenzionali, improvvisamente potrebbero ritrovarsi etichettati come malati mentali.

Si legge molto, forse troppo sul ricorso a psicofarmaci per curare disturbi vari nei minori come problemi di apprendimento, iperattività e depressione.
Cosa ne pensi? Vale pena che siano trattati da un punto di vista medico?

Via | FOXNews
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail