La dieta del fantino: i cibi da evitare, il menu tipo e le controindicazioni

La dieta del fantino è una di quelle diete mordi e fuggi che, per la loro composizione e per il tipo di alimenti che introducono nella nostra tabella alimentare giornaliera, non vanno seguite per più di qualche giorno. Scopriamo insieme di che cosa si tratta.

dieta del fantino

La dieta del fantino, molto in voga negli anni Settanta, è un regime alimentare ipocalorico e iperproteico, che per questi motivi deve essere seguito per poco tempo per chi vuole perdere peso in fretta. Non va assolutamente seguito per un tempo troppo prolungato, tre giorni al massimo, per evitare problemi di salute.

La dieta del fantino prevede 1000-1200 calorie al giorno e prevede solamente proteine, nient'altro: si possono mangiare solamente carne, pesce, uova e formaggi stagionati, che contengono, appunto, più proteine. Le cotture previste non sono poi molte, perché la carne e il pesce si possono esclusivamente grigliare. No a frutta e verdura di alcun tipo: per questo motivo si tratta di un regime alimentare che va seguito per pochissimi giorni.

Sono ammessi il caffè, la carne bianca e la carne rossa, i pesci magri e le uova, mentre i formaggi si possono mangiare come merenda o come spuntino sono esclusi lo zucchero e i condimenti e tutto ciò che non rientra tra gli alimenti proteici.

La dieta del fantino promette di perdere peso velocemente, ma i chili persi in questo modo sono anche quelli che più facilmente ritornano a presentarsi quando il regime alimentare torna normale. Assolutamente da non seguire se si soffre di particolari malattie o se si hanno problemi al fegato.

Via | Welnessperformance

Foto | da Flickr di eduardorobles

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: