Le possibili cause del dolore alle ovaie e quando rivolgersi al medico

Dolore alle ovaie: quali sono le possibili cause e quando è il caso di preoccuparsi? Ecco alcune spiegazioni utili in merito all’argomento.

ovaie dolore

Il dolore alle ovaie, specialmente in età fertile, è un problema molto comune. Generalmente tale disturbo si manifesta durante il periodo dell’ovulazione, ed è caratterizzato da delle piccole fitte a una delle due ovaie o ad entrambe. Se è vero che nella maggior parte dei casi tale dolore può essere associato all’ovulazione, è altrettanto vero che esistono dei casi in cui il problema può essere ricollegato ad altre cause più "importanti".

Fra le cause del dolore alle ovaie vi può essere ad esempio una gravidanza: in questo caso infatti, soprattutto nella prima fase, si possono avvertire delle fitte. Possiamo dire che il dolore alle ovaie rappresenta in effetti uno dei primi sintomi della “dolce attesa”. Se il dolore dovesse persistere e diventare molto forte, e se dovesse essere accompagnato da alcune perdite, sarà necessario consultare il proprio ginecologo per accertarne la causa.

Tra le altre cause del dolore alle ovaie troviamo anche l’endometriosi (della quale vi abbiamo parlato qui), durante la quale il sintomo si manifesta anche mentre si ha il ciclo mestruale; la Malattia Infiammatoria Pelvica ed altre cause.

Il sintomo può manifestarsi anche in caso di tumori alle ovaie, sia di natura benigna che maligna. Per questa ragione, qualora doveste accertare che il dolore che provate non è collegabile al periodo di ovulazione, e qualora si trattasse di un disturbo persistente o che si presenta in maniera piuttosto frequente, sarà necessario consultare il medico ginecologo, che semplicemente grazie ad un’ecografia, potrà appurare quali siano le reali origini del vostro problema.

Foto | da Pinterest di Laura Luhm

  • shares
  • Mail