Prima colazione: i consigli del nutrizionista per gli anziani

Cosa dovrebbero mangiare le persone anziani come prima colazione? Ecco i consigli del nutrizionista.

breakfast with cup of coffee, croissants and orange juice

Cosa dovrebbero mangiare le persone anziane per la prima colazione? Sappiamo che non dobbiamo mai, per nessun motivo, saltare il primo pasto della giornata e sappiamo bene come sia importante combinare tutti i principali nutrienti per cominciare con energia e in salute la giornata. Sulla tavola di chi ha più di 65 anni cosa non dovrebbero mancare?

Latte, yogurt, spremute, frullati di frutta fresca sono ideali per poter reidratare l'organismo dopo il lungo digiuno notturno. Vanno benissimo anche biscotti, pane, fette biscottate: non dimentichiamo che i carboidrati non possono mancare e dovrebbero costituire il 70% del totale della prima colazione. A darci i suoi consigli per la prima colazione degli over 65 è Silvia Migliaccio, nutrizionista e docente dell'Università Foro Italico di Roma.

Per gli anziani che svolgono attività fisica durante il giorno, la nutrizionista consiglia 200 grammi di latte intero o uno yogurt alla frutta da 125 grammi, orzo o caffè con un cucchiaino di zucchero, 40 grammi di pane o 4 fette biscottate con marmellata, miele o crema di nocciole, una mela o una pera. 400 calorie circa in totale.

Per il nonno a tempo pieno o in movimento, 150 grammi di latte intero o di yogurt alla frutta da 125 grammi, orzo e caffè con un cucchiaino di zucchero, 2 biscotti secchi o 20 grammi di cereali, una mela o una pera. 250 calorie circa in totale.

Per il nonno sedentario, 150 grammi di latte parzialmente scremato o uno yogurt scremato alla frutta da 125 grammi, orzo o caffè con un cucchiaino di zucchero, 1 fetta biscottata con marmellata, miele o crema di nocciole, un kiwi o un mandarino. 200 calorie circa in totale.

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail