Cos'è il fieno greco, le sue proprietà e come si assume

Il fieno greco o Trigonella foenum-graecum è una pianta originaria dell'Asia occidentale, che viene utilizzata nell'industria dei profumi, ma no solo: usato come alimentazione base per il bestiame, può essere molto utile per la cura del nostro organismo grazie ad alcune particolari proprietà.

fieno greco

Il fieno greco è una particolare pianta di origine asiatica dall'odore molto intenso: questo frutto della terra, oltre che essere utilizzato per la preparazione dei profumi e come base per l'alimentazione del bestiame da allevamento, vanta proprietà non indifferenti per prenderci cura del nostro corpo in particolari condizioni.

All'interno dei frutti del fieno greco, infatti, è contenuto un alcaloide, la trigonellina, che insieme alle mucillagini vanta proprietà emollienti ed espettoranti. Questa pianta diventa ottimale per diverse ragioni: dall'estratto dei semi di fieno greco, ad esempio, vengono prodotti ricostituenti e stimolanti usati in caso di anemia, gracilità infantile, denutrizione, allattamento (anche se il suo odore e sapore intenso potrebbe rendere non gradito il latte al neonato), convalescenza.

Il fieno greco, infatti, è ricco di sali minerali, quali il ferro, il manganese, il rame, il magnesio, di vitamine, come la B6, di oli vegetali, di fosfati organici, di grassi e di proteine. Secondo la tradizione, inoltre, questa pianta vanterebbe anche particolari proprietà afrodisiache.

E, ancora, alcuni studi hanno individuato le proprietà ipocolesterolemizzante e ipotrigliceridemizzante, oltre che individuare azioni per ridurre la glicemia, per stimolare l'escrezione di acidi biliari che facilita l'eliminazione del colesterolo in eccesso nel corpo. Si parla anche di possibili effetti positivi nella prevenzione del cancro al colon e del cancro alla mammella.

Foto | da Flickr di zoyachubby

Via | Mypersonaltrainer

  • shares
  • Mail