Depressione e celiachia, una relazione pericolosa

donne celiachia

Le donne affette da celiachia risultano più esposte al rischio di depressione e disordini alimentari, anche quando seguono una dieta per celiaci. Ad affermarlo è un recente studio condotto da un'équipe di ricercatori afferenti alla Penn State, alla Syracuse University ed alla Drexel University, pubblicato sulla rivista di divulgazione scientifica Chronic Illness.

La celiachia è una malattia autoimmune che provoca una reazione avversa al glutine. Spesso chi ne soffre riporta sintomi come costipazione, dolori addominali, inappetenza, diarrea, nausea e vomito.

Chi non riesce a gestire al meglio la malattia, spiega il professor Josh Smyth, uno degli autori dello studio, risulta più esposto allo stress e di conseguenza viene spesso colto da un malessere diffuso e può sprofondare nella morsa della depressione.

I ricercatori hanno analizzato l'umore e le condizioni fisiche di un campione di 177 donne americane, di età superiore ai 18 anni. Dai risultati dei questionari somministrati alle partecipanti è emerso che le pazienti più rispettose di una dieta priva di glutine erano maggiormente di buonumore e più sane mentalmente. Tuttavia, anche chi gestiva bene la malattia risultava più a rischio di depressione, rispetto ai soggetti non affetti dal disturbo.

In particolare, le donne celiache sono più esposte ai pensieri negativi ed ad un'immagine negativa del proprio corpo, oltre che ad un'attenzione più scrupolosa verso il cibo. Per Smyth questo è perfettamente comprensibile, dal momento che chi deve stare attento a cosa mangia finirà necessariamente per dare molta importanza all'alimentazione, controllando nei minimi dettagli cosa contengono i cibi e vivendo come fonte di stress persino un invito a cena.

Via | Penn State
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail