La scuola ci rende più intelligenti

schoolSembrerebbe ovvio ma non lo è poi così tanto: i nessi potenziali tra l’istruzione e l'intelligenza erano già stati rilevati, ma non dimostrati in maniera così chiara come ha fatto l’università di Oslo. È la scuola che ci rende più intelligenti. I bambini e i ragazzi che vanno a scuola elevano il loro quoziente intellettivo ed è stato dimostrato comparando QI e livello di istruzione delle nuove generazioni e di quelle più vecchie, analizzando gli ultimi 30 anni. In questo arco di tempo infatti l’obbligo di istruzione è stato elevato e la scolarità è cresciuta.

Il livello medio di quoziente intellettivo è cresciuto al crescere del livello dell’istruzione, fornendo la prova inconfutabile di quanto i ricercatori avevano già ipotizzato. L’istruzione infatti ha mostrato di avere effetti a lungo termine sullo sviluppo delle abilità cognitive, che pur sono influenzate da numerosi fattori, tra cui quelli socio-economici relativi all’ambiente in cui si cresce e si vive. Ancora da capire invece se l’istruzione abbia effetti indipendenti sul QI.

Immancabili tuttavia le polemiche, tra chi sostiene le nuove acquisizioni della scienza e chi invece ritiene ancora che il quoziente intellettivo abbia radici genetiche, predeterminate, e dunque non può crescere o diminuire modificandosi attraverso diversi fattori di influenza.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail