Medicina e Chirurgia: Scandalo! Due errori nella prova di ammissione

Medicina e Chirurgia: Scandalo! Due errori nella prova di ammissione

Tiene banco in rete lo scandalo legato alla prova di ammissione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia che si è tenuto il 4 settembre. Non ne sapete nulla? Semplice: due domande del test (5 risposte possibili, una sola giusta) non erano "regolari". Spieghiamo meglio: la domanda 71 aveva più di una soluzione, mentre […]

Tiene banco in rete lo scandalo legato alla prova di ammissione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia che si è tenuto il 4 settembre. Non ne sapete nulla? Semplice: due domande del test (5 risposte possibili, una sola giusta) non erano "regolari". Spieghiamo meglio: la domanda 71 aveva più di una soluzione, mentre la numero 79 aveva cinque possibili risposte, tutte sbagliate.

La notizia è ufficiale e infatti il Ministero dell'Università e della Ricerca ha già dichiarato che per stilare le graduatorie verranno considerando solamente 78 delle 80 domande del test. Il "mea culpa" non è bastato agli studenti che sono già insorti. Molti chiedono l'annullamento e la ripetizione della prova.

unverhot-2.jpgL'Unione degli universitari, associazione di studenti che da tempo si batte per l'abolizione del numero chiuso, è sbottata. Natale Di Cola dell'Udu ha detto: "La prova di Medicina va ripetuta, come accade per tutti i concorsi pubblici in cui ci sono irregolarità. Ci sono studenti che hanno perso anche 20 minuti cercando la risposta a quei due quesiti e in graduatoria di solito bastano 0,25 punti in più per scalare molte posizioni. Inoltre sulle prove di questi giorni abbiamo ricevuto almeno un centinaio di segnalazioni, che verificheremo al più presto. Se necessario, siamo pronti a fare ricorso".

Non ci sta il Ministero dell'Università che replica: "A differenza del passato tutto è stato fatto con la massima trasparenza. Si è trattato di un errore, in ogni caso siamo pronti ad uniformarci alle sentenze su eventuali ricorsi".

Insomma, la "guerra fredda" è appena cominciata. Per ora i pareri sono molteplici. Nei forum qualcuno afferma che sarebbe giusto rifare tutto, altri dicono che non è il caso di essere opportunisti. Ma nel calderone restano due domande "fasulle". Chi ha perso un sacco di tempo per cercare di trovare la giusta soluzione merita di essere risarcito? Non siamo noi a dover rispondere.

Aggiungiamo solo una cosa: la questione va risolta prima di rendere pubblica la graduatoria. Noi crediamo ciecamente nella buona fede degli studenti, ma sappiamo sin da ora che tutti quelli non ammessi vorranno fare ricorso. E quelli ammessi? Beh… loro faranno spallucce e diranno: "Sono cose che possono succedere". Chissà perché…

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog