Quali sono i carboidrati a basso indice glicemico?

Quali sono i carboidrati a basso indice glicemico e perché è importante integrarli nella propria alimentazione? Facciamo un po’ di chiarezza sull’argomento.

pasta carboidrati a basso indice

Chi presta particolare attenzione alla propria alimentazione, sa bene che i carboidrati a basso indice glicemico sono senza dubbio quelli da prediligere. Il motivo è più semplice di quanto possiate immaginare: dal momento che l’indice glicemico rappresenta la velocità con cui gli zuccheri vengono assorbiti nel sangue, e dal momento che esso è particolarmente alto nei carboidrati raffinati, è necessario riuscire a identificare quali sono gli alimenti che contengono un più alto indice glicemico e quelli che contengono un basso indice, al fine di bilanciare in maniera corretta la nostra dieta, in modo quindi da evitare sovrappeso ed obesità.

Detto questo, chi è a dieta tende generalmente ad eliminare drasticamente (ed erroneamente) l’assunzione di carboidrati. In realtà questi ultimi possono essere consumati, ma con cognizione di causa.

Non consumate dunque carboidrati raffinati, e preferite invece i cereali e cibi come la pasta integrale. Fra gli alimenti da preferire vi sono indubbiamente anche frutta, verdura, cereali integrali e latticini, mentre dovreste evitare saccarosio, dolci e bevande con zuccheri aggiunti. Fra gli alimenti “si” troviamo anche lenticchie, fagioli bolliti e yogurt, mentre sarebbe meglio evitare di eccedere con il consumo di patate.

Detto questo, il valore dell’indice glicemico degli alimenti si abbassa se questi vengono associati a proteine e/o grassi, per cui quando assumete carboidrati ad alto indice glicemico, cercate di farlo insieme ad altri cibi.

Foto | da Pinterest di Angee Dowdy

  • shares
  • Mail