Testosterone per i muscoli, un nuovo trattamento aiuta a contrastare i problemi dell'invecchiamento

Se assunto per via orale e in dosi abbastanza ridotte, l'ormone maschile per eccellenza potrebbe proteggere anche le donne dal decadimento muscolare tipico della terza età

testosterone muscoli invecchiamento

Mantenere i muscoli in salute anche durante la terza età è fondamentale per evitare incidenti che possono complicare la vita con fratture o altri traumi. Purtroppo, però, con l'invecchiamento la massa muscolare tende a diminuire. La perdita di muscoli e di forze può spingersi a tal punto da ridurre la funzionalità dei muscoli. Una possibile soluzione al problema, priva di effetti collaterali, potrebbe essere l'assunzione di testosterone.

Uno studio coordinato dagli esperti del Garvan Institute of Medical Research di Sydney (Australia) ha infatti dimostrato che anche nelle donne, che in caso di assunzione di testosterone potrebbero avere a che fare con problemi come la comparsa di peluria sul viso e la mascolinizzazione della voce, la somministrazione per via orale di una bassa dose dell'ormone maschile per eccellenza permette di stimolare la sintesi delle proteine e quindi, con tutta probabilità, la perdita di massa muscolare.

I risultati di questa nuova ricerca, pubblicati sull'European Journal of Endocrinology, si aggiungono a quelli di studi precedenti secondo cui negli uomini con deficit funzionali dell'ipofisi, ghiandola che regola la produzione del testosterone, la somministrazione orale dell'ormone permette di ottenere un aumento della sintesi delle proteine dovuto solamente all'arrivo del testosterone nel fegato. Altre modalità di assunzione – come iniezioni o cerotti applicati sulla pelle – danno effetti collaterali indesiderati che vengono evitati da questo tipo di somministrazione per via orale, che fa sì che tutto il testosterone assunto rimanga nel fegato senza passare nel circolo sanguigno e in altri organi.

E' un nuovo modo per usare un vecchio ormone

ha spiegato Ken Ho, responsabile dello studio.

Abbiamo osservato che basse dosi di testosterone, assunte per via orale, hanno un effetto della stessa ampiezza sul metabolismo totale dell'organismo di quando viene iniettato in dosi maggiori negli uomini

ha aggiunto Vita Birzniece, primo autore dell'articolo.

Siamo davvero ottimisti, perché se possiamo vedere lo stesso effetto sul metabolismo delle proteine a questo livello, crediamo che si tradurrà in un pari aumento della massa muscolare che vedremmo se il testosterone fosse somministrato a livello sistemico, ma evitando tutti gli spiacevoli effetti collaterali.

Ora i ricercatori prevedono di condurre nuovi studi coinvolgendo uomini sani con bassi livelli di testosterone e persone fragili, come pazienti affetti da insufficienza renale, per vedere se questo tipo di terapia ha lo stesso effetto oseervato in questo studio.

Via | EurekAlert!
Foto | da Flickr di Tina Bell Vance

  • shares
  • Mail