La settimana che il peakoil diventò mainstream

La settimana che il peakoil diventò mainstream

Energy Bulletin ha pubblicato una raccolta di articoli dalla stampa internazionale e li ha titolati "La settimana che il peakoil diventò mainstream". di Debora Billi Aspo USA ha fatto uscire la Peak Oil Review, un interessante "giro del mondo" con le ultime notizie su petrolio e peak. Eccovela faticosamente tradotta. Potete cimentarvi a commentare le […]

Energy Bulletin ha pubblicato una raccolta di articoli dalla stampa internazionale e li ha titolati "La settimana che il peakoil diventò mainstream".

di Debora Billi

Aspo USA ha fatto uscire la Peak Oil Review, un interessante "giro del mondo" con le ultime notizie su petrolio e peak. Eccovela faticosamente tradotta. Potete cimentarvi a commentare le news più interessanti…

  • I 10 membri OPEC si sono accordati per aumentare la produzione di 40.000 barili al giorno in Giugno. I piccoli aumenti da Angola, Iran, Nigeria ed Emirati sono stati vanificati dal declino in Iraq, Venezuela e Indonesia. L'Arabia Saudita ha detto a suoi clienti giapponesi che spedirà il 10% di meno di quanto previsto in Agosto.
  • L'Iran ha chiesto ai suoi raffinatori giapponesi se è possibile pagare in yen, visto che la banca centrale iraniana ha ridotto le riserve in dollari. La Russia pianifica di stabilire il prezzo delle esportazioni dagli Urali in rubli.
  • Iran e Turchia hanno firmato un accordo per esportare il gas iraniano in Europa attraverso la Turchia.
  • Le importazioni di petrolio cinesi hanno visto un ulteriore balzo, in conseguenza al declino della produzione interna. Nei primi sei mesi del 2007 soo aumentate dell'11%.
  • Le importazioni della Corea del Sud sono aumentate del 14,7% nell'ultimo anno.
  • Una compagnia russa comincerà le perforazioni sulla costa della Namibia per il mese di Ottobre.
  • Lo scorso weekend la Banca centrale della Nigeria ha dichiarato che le entrate petrolifere sono calate del 20% a causa della crisi del Niger Delta.
  • La capacità produttiva dell'Iran scenderà del 5% l'anno senza nuovi investimenti, secondo un esperto iraniano quotato dall'agenzia ISNA.
  • Un report olandese annuncia che l'energia eolica rimpiazzerà l'energia nucleare come  alternativa al petrolio.
  • La Libia ha invitato le compagnie straniere ad esplorare i suoi giacimenti di gas onshore e offshore.
  • Il celebre petroliere americano T. Boone Pickens ha annunciato: "Vedremo il petrolio a 80$ prima dei miei 80 anni." Compirà 80 anni il prossimo Maggio.
  • Il Canada ha annunciato che incrementerà la propria presenza militare nell'Artico per affermare la sovranità sul Passaggio a Nord-Ovest, regione petrolifera rivendicata dagli Stati Uniti come territorio internazionale.
  • Il Parlamento inglese ha formato un gruppo per lo studio del peak oil. E' composto da 32 membri della Camera dei Comuni e 6 dei Lords.

Qui il link a Petrolio

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog