A cosa serve l'endoscopia al pancreas e come funziona

L'endoscopia al pancreas è un esame diagnostico utile per capire se in questo organo interno tutto funziona regolarmente oppure se c'è qualcosa che non va: è un esame molto importante per quello che riguarda l'individuazione del tumore al pancreas.

endoscopia al pancreas

L'endoscopia al pancreas o endoscopia digestiva è un metodo diagnostico standard, utilizzato per poter individuare la presenza o meno di malattie a carico di questo organo interno. Come per le altre tecniche endoscopiche, anche quella utilizzata per il pancreas si può rivelare molto utile.

L'endoscopio permette di eseguire, con l'aiuto di un'iniezione di un liquido di contrasto, delle radiografie che studiano l'organo interno. Si possono anche fare delle biopsie per valutare la benignità o la malignità di masse eventualmente individuate.

L'endoscopia può essere molto importante per individuare la presenza di un tumore al pancreas. L'esame si esegue in caso di calcolosi, di infiammazioni o se il medico sospetta la presenza di tumori. Prima andranno eseguiti un elettrocardiogramma, una radiografia del torace ed esami del sangue come emocromo, ioneinia, PT, PTT.

Durante l'esame dovreter rimanere sdraiati su un lettino sul lato sinistro e in seguito a pancia in giù. In gola viene spruzzato un anestetico locale, per rendere insensibile la mucosa del cavo orale e poter introdurre l'endoscopio. Potrebbe anche essere usato un sedativo e un antidolorifico. L'endoscopio dalla bocca passerà poi nell'esofago e nello stomaco: l'esame dura 30 minuti, ma potrebbe durare un po' di più nel caso il medico decida di fare ulteriori accertamenti.

Foto | da Flickr di ex_magician

Via | Clinicachirurgica

  • shares
  • Mail